More

    HomeNotizieAttualitàCerignola, successo allo “Zingarelli” per la “Notte Nazionale del Liceo Classico”

    Cerignola, successo allo “Zingarelli” per la “Notte Nazionale del Liceo Classico”

    La “Notte Nazionale” è giunta alla quarta edizione

    Pubblicato il

    Grande successo di pubblico per la quarta edizione della “Notte Nazionale del Liceo Classico” all’ I.I.S.S “Nicola Zingarelli” di Cerignola. La kermesse ha avuto inizio alle ore 18 in contemporanea nazionale quando gli oltre 430 licei classici aderenti alla rete hanno aperto i loro battenti. Momento iniziale della “Notte” è stata la lettura di un brano che esalta la bellezza della Cultura, il tema scelto per l’edizione di quest’anno: «La Cultura è dentro l’uomo. È ciò che l’uomo cerca. La Cultura è quel momento in cui l’uomo si guarda dentro, guarda il suo simile, ne scorge le meravigliose differenze e si rende conto di quanto sia bello essere uomo!», ed è nello spirito di queste parole struggenti ma forti che si sono svolti stand, performance e laboratori allestiti dagli alunni e dai docenti del Liceo.

    Camminare per i corridoi e le aule del Liceo Classico è stato come essere continuamente catapultati in svariate dimensioni che ci permettono di riconoscere ogni volta un aspetto diverso della bellezza: dalle atmosfere fiabesche e popolari de “Lu cunto de li cunti” alle ambientazioni eroiche dell’Odissea; dalla grandezza dei personaggi drammatici dell’Antigone alle riflessioni artistiche ed etico-filosofiche sulla bellezza, passando per la meraviglia del viaggio e dei processi chimici. Alle 21.45, in contemporanea con tutti i Licei Classici aderenti, è stato declamato il brano pseudomerico “Inno a Selene”, un momento che sottolinea la dimensione corale della manifestazione e l’universalità del tema sviluppato.

    «È motivo per noi di orgoglio partecipare e di aver visto nascere questa idea – ha dichiarato in apertura il dirigente scolastico Giuliana Colucci – L’obiettivo della “Notte Nazionale” è quello di creare un movimento a favore del Liceo Classico: questa non è solo una festa ma un atto di orgoglio e di onore e noi dobbiamo riconoscerci in questo». «La cultura umanistica è libera, pluralista e democratica», prosegue la dott.ssa Colucci che ricorda come, soprattutto in periodi difficili come questi, il Liceo Classico si faccia baluardo dei valori umani e civili: «Il classico non è solo un ristretto curriculum di studi limitati alla grammatica ed alla letteratura greca e latina; noi abbiamo una più ampia categoria riferita al valore di una formazione disinteressata, civile, che metta al centro la persona».

    Questo slideshow richiede JavaScript.