More

    HomeNotizieAttualitàGli immigrati di Tre Titoli ringraziano la Sia per la fornitura di...

    Gli immigrati di Tre Titoli ringraziano la Sia per la fornitura di acqua

    Pubblicato il

    Il Presidente della Consulta per le Politiche Migratorie e dello Sportello Immigrazione “Stefano Fumarulo”, dott. Marcello Colopi, dopo l’intervento umanitario ad opera dei dipendenti SIA e dell’Amministratore Unico arch. Francesco Vasciaveo, dichiara quanto segue:

    “Credo sia giusto che io  racconti questa storia. In qualità di Presidente della Consulta per le Politiche Migratorie mi è stato posto un problema drammatico che vivono i lavoratori stranieri presenti a Tre titoli. Parliamo di circa 700 personeuomini e donne, con 5 bambini, che non hanno acqua a sufficienza per i loro bisogni quotidiani. Seppur la Regione Puglia (dopo un lungo e spesso complesso lavoro di mediazione con l’Amministrazione Comunale) porti due autobotti d’acqua ogni due giorni, queste risultano essere insufficienti per le persone che attualmente vivono a Tre Titoli.

    Il 23 Agosto abbiamo avuto un incontro con Rino PezzanoAssessore alle Politiche Sociali e del LavoroAnna Maria  MininniAssessore all’Ambeinte e alcuni cittadini stranieri presenti a Tre titoli che ci hanno posto il problema. Negli anni passati la SIA, in accordo con l’Amministrazione Comunale di Cerignola a titolo gratuito e come atto di generosità provvedeva, in massima parte, a portare con proprie autobotti l’acqua a Tre Titoli. Successivamente il servizio è stato preso in carico dalla Regione Puglia e per essa dall’Acquedotto Pugliese. Nonostante ciò l’acqua distribuita risulta essere insufficiente perché viene erogato un quantitativo che soddisfa la presenza di solo 300 persone. I lavoratori stranieri ci hanno raccontato che, spesso, sono costretti a mettersi in macchina, recarsi a Cerignola per comperare l’acqua non solo per bere ma anche per lavarsi e cucinare. Chiaramente il disagio è notevole e in alcuni casi drammatico. La richiesta dell’acqua è una richiesta di vita.

    La soluzione sarebbe quella di chiedere alla Regione Puglia di aumentare il quantitativo di acqua da portare a Tre Titoli (cosa che comunque faremo). Ma la realtà di Tre Titoli è “qui ed ora”. Purtroppo abbiamo imparato che i tempi della Regione Puglia non possono definirsi veloci e celeri quindi ci siamo resi conto che non è possibile lasciare la gente senza un bene primario e necessario come l’acqua. Non avevamo altra soluzione che chiedere a SIA di riprendere la distribuzione di acqua in modo da integrare la parte mancate. Si, proprio a SIA! Per il breve periodo non abbiamo altra soluzione per lenire il disagio e il dramma di 700 persone. Ovviamente siamo consapevoli delle difficoltà che sta vivendo la SIA, i suoi operai e il management, però ci siamo affidati al buon cuore dei lavoratori e del amministratore Francesco Vasciaveo. L’Assessore Mininni, l’Assessore Pezzano e il Sindaco Franco Metta hanno accolto le nostre istanze e a loro volta le hanno presentate all’Amministratore di SIA Francesco Vasciaveo.

    Mi è stato comunicato che, nonostante le problematicità presenti, l’azienda SIA provvederà, nel limite del sue possibilità, a portare due autobotti di acqua…A TITOLO GRATUITO COME LAVORO VOLONTARIO…ogni due giorni per una settimana a Tre Titoli nella speranza che la Regione Puglia potenzi il servizio in essere. In qualità di Presidente della Consulta delle Politiche Migratorie e dello Sportello Immigrazione “Stefano Fumarulo” ringrazio quanti si sono adoperati e, in modo particolare, i dipendenti e l’Amministratore di SIA, arch. Francesco Vasciaveo che, nonostante le ben note difficoltà, hanno dimostrato grande generosità e disponibilità. Si…accadono queste cose, ed ho ritenuto giusto raccontarle. Grazie di Cuore”.