More

    HomeNotizieAttualitàI fotografi cerignolani Enzo Quinto e Vincenzo Fratepietro premiati ad Orvieto

    I fotografi cerignolani Enzo Quinto e Vincenzo Fratepietro premiati ad Orvieto

    Dal 9 all'11 marzo si è tenuta l'edizione 2018 dell'importante festival che si tiene nella cittadina umbra

    Pubblicato il

    Ad Orvieto, in Umbria, dal 9 all’11 marzo si è svolta l’edizione 2018 di “Orvieto Fotografia”, festival internazionale di fotografia promosso dal FIOF (Fondo Internazionale di Fotografia e Videografia), con la collaborazione del Comune di Orvieto, Regione Umbria e diverse associazioni di categoria: CNA, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti. Slogan dell’evento: “La Bellezza salverà il Mondo”. Un evento dalla risonanza e dal sapore internazionale, che ha registrato migliaia di presenze in una tre giorni ricchi di workshop, seminari pratici, lecture, premiazioni, mostre ed eventi itineranti che hanno letteralmente animato lo splendido borgo umbro dalle profonde radici etrusche.

    “Crediamo ancora nell’importanza del bello, in quanto forza emozionale e propulsiva per uscire fuori da questo declino visivo e sociale che ci attanaglia, da questa perdita di stimoli che possano condurci ad un nuovo Rinascimento in ogni ambito, da quello puramente sociale a quello culturale e professionale. Siamo eredi un patrimonio culturale-artistico che non ha competitor nel mondo, siamo figli del “bello” ed è per questo che FIOF crede e vuole investire ancora nelle radici di una storia millenaria, che ci ha visti protagonisti nel mondo. Il bello è nelle immagini, nell’arte, nel buono, ma è soprattutto un’emozione!!!”, recita testualmente il FIOF.

    Sul palco, durante la serata di gala, il fotografo professionista cerignolano Vincenzo Quinto, con studio in Via Fanfulla, riceve l’attestato relativo all’importante riconoscimento “QIP” (Qualified Italian Photographer) con specializzazione matrimonio, riservato a professionisti e riconosciuto dalle Associazioni Nazionali FIOF, CNA, CONFARTIGIANATO, ASCOFOTO CONFCOMMERCIO e TAUVISUAL, un titolo di merito molto importante quanto prezioso, un riconoscimento al lavoro e all’inventiva del fotografo professionista che viene rilasciato da una rigida commissione composta da cinque giudici più un presidente di giuria, a seguito dell’attenta selezione a porte chiuse delle tavole scrupolosamente presentate dal candidato. Primo, ed al momento unico fotografo professionista a Cerignola, ad aver ottenuto questa qualifica professionale che premia l’esperienza, la serietà e la dedizione lavorativa, ma soprattutto certifica la competenza ed estro nell’arte fotografica di cerimonia che vede Enzo Quinto impegnato da anni con un timbro stilistico che lo contraddistingue in un mercato sempre più selettivo. Un nuovo tassello professionale che si incastona in un articolato mosaico di soddisfazioni artistiche in un continuo percorso di ricerca fotografica, ma anche un motivo in più per la scelta consapevole e di qualità per l’utente finale.

    Ad apertura della stessa serata, la delegazione cinese del festival internazionale di Lishui, tra gli altri, consegna l’attestato di partecipazione al progetto intitolato “Lumina”, una mostra organizzata e promossa dal dipartimento di internazionalizzazione del FIOF, a Vincenzo Fratepietro, appassionato fotoamatore cerignolano, che ha presentato alcuni suoi scatti che vertono sul coro della Desolata di Canosa di Puglia, riconosciuti di recente anche al concorso internazionale Sony World Photography Awards come meritevoli di menzione speciale tra circa 320mila immagini provenienti da 200 Paesi del Mondo, grazie al quale contest verrà esposta alla Somerset House di Londra che ospiterà circa 600 artisti in una mostra curata da Mike Trow, ex Picture Editor di British Vogue, dal 20 aprile al 6 maggio 2018 in una location che accoglie oltre 3 milioni di visitatori per anno. La compagine italiana del FIOF, selezionata dalla commissione artistica italo-cinese, che ha selezionato 40 autori tra eccellenze, fotografici professionisti e fotoamatori, già presente in Cina, a Lishui, presso uno dei più importanti festival di fotografia del medio oriente, sarà in mostra tra qualche mese presso il Parlamento Europeo di Bruxelles, e successivamente a Matera 2019, mentre ad Orvieto le fotografie restano in mostra fino al 25 marzo 2018.

    Notevole esperienza fotografica che vede ancora una volta protagonisti nostri concittadini nell’eccellenza delle arti e della professionalità.

    Questo slideshow richiede JavaScript.