More

    HomeEvidenzaIl Comune ha versato alla SIA oltre un milione e 200 mila...

    Il Comune ha versato alla SIA oltre un milione e 200 mila euro

    Pubblicato il

    Ben note a tutti le difficoltà economiche di SIA, difficoltà rispetto alle quali arrivano le rassicurazioni del Sindaco di Cerignola e Presidente del Consorzio Franco Metta. «Alla fine di gennaio il Comune di Cerignola versò nelle casse di SIA la somma di € 436.168,00 a fronte delle fatture relative al servizio di spazzamento – conferma Metta -. Mi informano dall’Ufficio Ragioneria che giovedì 15 Febbraio si provvederà a pagare € 762.288,00. Tra Gennaio e Febbraio, come evidente, il Comune di Cerignola versa a SIA la somme totale di € 1.201.456,00».

    Somme che probabilmente potranno far tirare il fiato ai conti di SIA, società rispetto alla quale sono ben note le insolvenze di diversi comuni, alcune delle quali anche piuttosto datate.

    «Come abbondantemente dimostrato – prosegue Metta – ci tengo a precisare che questa Amministrazione Comunale rispetta gli impegni contrattuali, li rispetta come prima e più di prima. Versare un milione e duecentomila euro in scarsi venti giorni è sinonimo di rispetto del lavoro svolto da parte degli operatori che hanno tutti i diritti di percepire gli stipendi, di correttezza nei confronti dell’azienda che quotidianamente assolve ai propri doveri. A tutti coloro che parlano in Consiglio Comunale non conoscendo somme, cifre, numeri e versamenti consiglio di studiare un po’ di più le carte, verificare gli atti e i mandati di pagamento, l’emissione di bonifici nonché la solvenza di questa Amministrazione: eviterebbero magre figure puntuali e cadenzate».

    Una questione, quella di SIA, della quale si è ampiamente discusso anche durante il consiglio comunale di venerdì scorso, sulla quale sono state pungenti le accuse dell’opposizione di centrosinistra.

    La nota di Metta arriva infatti a margine di quanto detto dal leader dell’opposizione Tommaso Sgarro rispetto alle difficoltà economiche di SIA; «il debito dal 2015 è di 3,9 Milioni di euro e il servizio disastroso» secondo il dem. «Continuano a fare i prestigiatori con i numeri – prosegue -, ma i soldi non ci sono, se la prendono coi lavoratori, e sulla TARI confermano i costi nonostante il prospettato avvio della differenziata».

    Differenziata sul cui avvio è l’assessore all’ambiente Antonio Lionetti a riferire: «resta fissato per la fine di aprile lo start time, intanto da lunedì 12 febbraio è partito un programma di lavaggio e spazzamento delle vie cittadine più performante, indispensabile alla definitiva eliminazione dei cassonetti stradali».

    Gennaro Balzano
    La Gazzetta el Mezzogiorno