More

    HomeNotiziePoliticaPolitiche abitative e borse di studio al centro del Consiglio comunale

    Politiche abitative e borse di studio al centro del Consiglio comunale

    Approvati l’accordo relativo al canone concordato, il protocollo d’intesa con ARCA Capitanata ed il regolamento di borse di studio su Giuseppe Di Vittorio

    Pubblicato il

    Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità le proposte relative al canone concordato, al protocollo d’intesa con ARCA Capitanata per la gestione di alloggi comunali ed alle borse di studio intitolate a Giuseppe Di Vittorio. Proposte avanzate dal vicesindaco Rino Pezzano, titolare della delega alle Politiche Sociali, del Lavoro e Abitative. Il canone concordato ha l’obiettivo di fronteggiare il problema dell’emergenza abitativa e della ricorrente difficoltà di molti nuclei familiari sottoposti a procedure di sfratto a reperire alloggi a canone calmierato. Per questa ragione sono stati sottoscritti si è proceduto accordi territoriali tra le organizzazioni delle proprietà edilizie (A.P.P.E.-Confedilizia, A.P.P.C. e CONFAPPI) e quelle degli inquilini maggiormente rappresentative (SUNIA, SICET UNIET ed ASSOCASA). Questa iniziativa è rafforzata dal protocollo d’intesa sancito con la direzione provinciale dell’Agenzia Regionale per la Casa e l’Abitare (ARCA Capitanata) per la gestione degli alloggi comunali.

    “Grazie a questi accordi – ha dichiarato Rino Pezzano – mettiamo in campo strumenti per agevolare l’applicazione di canoni concordati, per stimolare l’attivazione di nuovi affitti sul territorio attraverso un controllo puntuale teso a garantire agevolazioni fiscali per le unità immobiliari concesse in locazione. Il tutto nell’interesse esclusivo del più diffuso riconoscimento del diritto alla casa”.

    Il Consiglio comunale ha poi approvato il regolamento per il riconoscimento di borse di studio universitarie intitolate a Giuseppe Di Vittorio. Agli studenti residenti nella città di Cerignola che intendano sostenere una tesi di laurea che approfondisca, attualizzi o prenda spunto dal pensiero di Giuseppe Di Vittorio ed al legame con la città ofantina prevedendo sarà riconosciuto un contributo economici di 500 euro. “Mai nessuno in passato – ha affermato Pezzano- ha pensato di dare vita ad un‘iniziativa simile per sollecitare nei giovani la curiosità intellettuale verso la grandiosa opera di Giuseppe Di Vittorio e il profondo legame tra il fondatore della CGIL e la nostra città. Sono davvero soddisfatto dell’approvazione unanime in Consiglio comunale e ringrazio quanti hanno condiviso la proposta. Il riconoscimento delle borse di studio è un altro step del percorso di valorizzazione, anche turistica, dell’epopea divittoriana iniziato con la restituzione alla città del Murale e l’organizzazione del press tour Sulle strade di Peppino Di Vittorio. Iniziative che hanno sollecitato attenzioni positive e interessi virtuosi verso la nostra comunità”.