More

    HomeNotiziePoliticaServizio civile, 26 volontari in quattro progetti del Comune di Cerignola

    Servizio civile, 26 volontari in quattro progetti del Comune di Cerignola

    Pubblicato il

    Sono quattro i progetti relativi al Servizio civile presentati dal Comune di Cerignola e approvati dalla Regione Puglia che consentiranno la formazione e l’impiego di 26 giovani operatori in attività in favore della comunità cerignolana. “Cerignola bene comune”, “I Inform You”, “Se tutti i ragazzi del mondo si dessero la mano 2” ed “Integrazione e Inclusione: una sfida possibile” sono i titoli dei programmi elaborati in sinergia tra lo Sportello del Servizio Civile e l’Assessorato alle Politiche giovanili, i cui contenuti sono visionabili sul sito internet del Comune www.comune.cerignola.fg.it. Lunedì saranno attivate le procedure per la selezione dei 26 volontari. Per candidarsi bisogna avere un’età compresa tra 18 e 26 anni.

    “Si rafforzano l’offerta formativa e le opportunità occupazionali per i giovani cerignolani mettendo a frutto l’esperienza amministrativa maturata con i progetti del Servizio Civile -evidenzia l’Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro, Rino Pezzano – Mentre alcune delle azioni programmate lo scorso anno si avviano a conclusione, attiviamo altri virtuosi percorsi di correlazione tra competenze dei selezionati e bisogni della comunità”. Tutte le informazioni relative a obiettivi dei progetti, sedi di impiego, attività da svolgere, requisiti richiesti, condizioni di espletamento del servizio, ecc. sono disponibili presso lo Sportello del Welfare, ubicato a Piano terra di Palazzo di Città o consultando il sito www.comune.cerignola.fg.it e/o la pagina Facebook ‘Sportello Welfare Cerignola’. “Grazie alla collaborazione con l’Assessorato alle Politiche giovanili, guidato dall’assessore Carlo Dercole, abbiamo ulteriormente ampliato il numero delle attività e gli ambiti di intervento. Ci sono tutte le premesse – conclude Pezzano, vicesindaco del comune ofantino – per continuare a svolgere un servizio utile e di elevato livello qualitativo, rafforzando l’intero Terzo Settore cerignolano”.