More

    HomeEvidenzaShopping natalizio, sotto accusa il cartellone ritenuto modesto

    Shopping natalizio, sotto accusa il cartellone ritenuto modesto

    Pubblicato il

    A margine delle iniziative previste per il Natale all’Ex-Tribunale e per le iniziative nel Borgo Antico – oltre 60mila euro stanziati – le lamentele del comparto commercio, che hanno “subito” l’assenza di iniziative a favore dello shopping in città. Se negli anni scorsi si è provato ad incentivare le spese natalizie attraverso iniziative come “La Notte Bianca”, nel 2018, complice probabilmente anche il cambio in corsa per la delega commercio da Vincenzo Specchio a Vincenzo Erinnio, nessuna iniziativa prenatalizia ha coinvolto il commercio sul corso cittadino.

    «Lo scorso anno e quello precedente, già in questo periodo di vigilia della Feste natalizie, – ha detto l’ex-delegato Specchio – ho realizzato, come consigliere comunale e come delegato al commercio e alle attività produttive, quello che tutti hanno potuto vedere e che oggi ancora gioiosamente ricordano: un albero di natale in piazza Duomo degno di questo nome alto e illuminato, la brillante novità della pista di ghiaccio per due anni consecutivi per l’allegria di grandi e piccoli, casette di natale addobbate a festa per un mercatino di Natale per tutto il periodo delle feste, giochi e attrazioni per bambini: il Centro in festa, il corso da piazza Castello all’Agip riempito di gente a passeggio per gli acquisti natalizi, per dare la possibilità a tutte le attività commerciali e ai pubblici esercizi di sviluppare economia».

    Con tutti i limiti che ogni iniziativa può avere, in realtà nei precedenti anni la zona centrale della città ha vissuto un buon momento di movimentazione, che di certo ha giovato anche agli esercenti. «Ad oggi, invece, solo desolazione e aria di periferia urbana in degrado – lamenta il consigliere passato all’opposizione -. Se a tutto questo ci aggiungiamo anche la mancata promessa di sospensione della Ztl nei mesi invernali e la mancanza assoluta di severi presidi di sicurezza urbana, l’opera di desertificazione è completa: le vie e le piazze per il commercio sono state abbandonate da questa Amministrazione comunale. E aggiungiamo anche che contemporaneamente all’evento realizzato con buoni risultati dall’Associazione di volontariato Sos, l’Amministrazione ha finanziato e realizzato un doppione nel Borgo antico, e un altro nei locali dell’ex Tribunale. Questo capitolo di spesa – ha concluso Specchio – si poteva dedicare alla realizzazione di eventi lungo il Centro cittadino che avrebbero portato animazione e invogliato i nostri concittadini a rimanere in Città creando sviluppo nelle nostre attività».

    Pungola dunque l’amministrazione il consigliere indipendente, facendosi portavoce di una lamentale del tutto generale tra i commercianti del centro città. Tuttavia nella giornata di oggi 24 dicembre, vigilia di Natale, dovrebbe movimentarsi il cuore di Cerignola con una serie di eventi, privati e pubblici, che potrebbero rendere più frizzante l’aria. Solo un palliativo, per diversi commercianti; un’opportunità per altri, aspettando di tirare le somme.

    Gennaro Balzano
    La Gazzetta del Mezzogiorno