More

    HomeNotizieCronacaTentano di rubare auto, un poliziotto interviene ed arresta un pregiudicato

    Tentano di rubare auto, un poliziotto interviene ed arresta un pregiudicato

    Un complice è riuscito a fuggire, aggredendo l'agente mentre ammanettava il 35enne

    Pubblicato il

    Ieri, un Agente della Polizia di Stato-Squadra Volanti del locale Commissariato ha arrestato il pregiudicato CIANCI Biagio, cerignolano, classe 1983, per i reati di furto aggravato e tentata rapina in concorso.

    Alle ore 11.30 circa l’Agente è stato contattato da un suo conoscente il quale gli riferiva di aver notato due persone a bordo di una Ford Focus intente ad asportare una Fiat Panda parcheggiata nei pressi del Tribunale di Cerignola. Giunto immediatamente sul posto, l’Agente ha individuato la Ford Focus con a bordo due noti pregiudicati, il CIANCI Biagio sceso dall’auto ha infranto il finestrino lato passeggero della Fiat Panda ed è salito a bordo manomettendo il blocco accensione; nel mentre l’Agente, dopo aver allertato la Centrale Operativa per ricevere rinforzi, è intervenuto bloccando il reo che non ha opposto resistenza. Il complice intervenuto per favorire la fuga del CIANCI ha aggredito e minacciato l’Agente ingaggiando una colluttazione, ma poco dopo è fuggito a bordo della Ford Focus in direzione San Ferdinando. Gli Agenti della Volante, giunti tempestivamente in ausilio al collega, hanno preso in consegna l’uomo mentre altra pattuglia ha cercato invano di rintracciare il fuggitivo. Il proprietario della Fiat Panda è stato invitato a sporgere regolare denuncia. Il CIANCI Biagio è stato arrestato ed associato alla Casa Circondariale di Foggia a disposizione della Procura della Repubblica competente. L’agente aggredito è stato medicato presso il Pronto Soccorso di Cerignola con prognosi di gg.5. Sono in corso serrate indagini per ricercare il complice.

    Continua da parte della Polizia di Stato la serrata lotta alla criminalità. L’attenzione del cittadino che ha segnalato l’episodio criminoso e il grande senso del dovere del Poliziotto che è intervenuto tempestivamente, seppur libero dal servizio, e che con professionalità, allertando la Centrale Operativa, ha bloccato il malfattore, hanno permesso di assicurare il reo alla giustizia e di interrompere l’azione criminosa prima che il reato fosse portato a termine.