pub_728_90
Sportweb

L’ultimo saluto per Agostino e Aurora. Mons. Renna: «Lacrime, silenzio e preghiera»

i più letti

Mafia, imprenditori, politici: preoccupa l’«area grigia». A Cerignola diversi gli affari criminali

Spietata, violenta, omertosa (pentiti zero, o quasi), in evoluzione e in espansione emulando i moduli organizzativi della ‘ndrangheta calabrese;...

Scioglimento del Comune di Cerignola, via il segretario generale Monica Claudione

Mansione di segretario comunale momentaneamente vacante nel Comune di Cerignola: ciò per effetto della mancata conferma e conseguente sospensione in...

Furti di pc e tablet nelle scuole di tre regioni: arrestati due uomini di Cerignola

Sono 14 i furti commessi (per un totale di 520 tra pc e tablet e per un valore complessivo...
Vito Balzano
Caporedattore, giornalista. Laureato in Scienze della Comunicazione Sociale, Istituzionale e Politica. Dottore di Ricerca in Dinamiche Formative ed Educazione alla Politica.

Una folla commossa e attonita ha assistito, questo pomeriggio, ai funerali dei due giovanissimi Agostino Antonacci e Aurora Traversi, deceduti nel tragico incidente di sabato notte. In un freddo pomeriggio di gennaio, la cattedrale cittadina stracolma di gente: familiari, amici, parenti, tutti accorsi per far sentire la propria vicinanza, per partecipare realmente a un dolore che difficilmente si può spiegare. E nonostante, come ricordava Seneca, intra peritura vivimus (viviamo tra cose destinate a morire), l’uomo non riesce mai completamente ad abituarsi all’idea di perdere fisicamente una persona cara. Il dolore diventa strazio, poi, quando in questa condizione ci si trova da genitori; una innaturale evoluzione – quella di sopravvivere al proprio figlio – che non trova spiegazione logica se non nell’umana fragilità dell’essere vivente.

Ed ecco, allora, il senso dei funerali in Cattedrale, con una celebrazione comune, così come comune è stato il tragico destino dei due giovani cerignolani; e poi, ancora, il lutto cittadino, il dolore e la partecipazione di un’intera comunità. L’amica di banco di Aurora ha detto col cuore in gola: «Ti porterò sempre in un posto speciale, nel mio cuore. Non ti dimenticherò mai». Una lettera dei ragazzi del serale ITE Alighieri ha invece ricordato l’altra vittima: «Agostino la tua vita, anzi la vostra vita non sarà dimenticata, vigilate e guidateci angeli».

Mons. Luigi Renna, nel celebrare i funerali ha ricordato come oggi Cerignola debba provare a riflettere e fare pratica di silenzio: «Oggi sentiamo che questi due figli non sono solo figli dei genitori ma figli di tutta Cerignola, di noi tutti riuniti qui oggi. Mi voglio rivolgere ad Aurora e Agostino: cari Aurora e Agostino in questo freddo pomeriggio anche il sole si è affacciato per dire quanto è importante la vostra vita; la vita di ragazzi come voi vale più di ogni cosa anche di quella degli adulti. Se i vostri genitori avessero potuto dare la loro vita per voi l’avrebbero fatto».

Questo slideshow richiede JavaScript.

E poi la riflessione profonda su cosa oggi possiamo fare: «Noi oggi possiamo donarvi solo le nostre lacrime. Non ci si deve vergognare delle lacrime, le lacrime ci liberano. Genitori, amici di Aurora e Agostino le lacrime uniscono, noi restiamo uniti più con coloro coi quali abbiamo pianto che con quelli coi quali abbiamo riso. E poi il silenzio, di chi cerca nel cuore le parole giuste, quelle ponderate, che nascono da dentro. Non le parole del risentimento, affrettate dal pensiero di alcuni, o che imputano a Dio questa scelta. Oggi facciamo silenzio, perché il silenzio custodisce la nostra umanità. Custodiamo la fede di coloro che amiamo così impediremo alla morte di prendersi tutto cari genitori. La morte non ci tolga la speranza di esseri umani, di saper ricordare e perdonare. Amate e amiamo gli altri, anzi davanti a queste bare, amiamoli di più. Aurora e Agostino – prosegue Renna – chiedete a Dio qualcosa per i vostri coetanei, affinché la vita sia gioia da custodire con amore per il futuro, un amore prudente e di dialogo con i più grandi, con i genitori e con i docenti. Pregate, affinché siano lontani da chi promette paradisi, per assicurarsi invece un futuro da adulti. Pregate, affinché possano amare di più gli adulti e il loro rifiuto. Pregate, per i vostri e per tutti i genitori perché diventino capaci di vigilare sui più giovani rinunciando magari a se stessi, rendendoli più responsabili. A Dio Aurora, a Dio Agostino».

UN FIUME DI GIOVANI Una tragedia che in moltissimi hanno sentito propria, soprattutto i giovani, gli stessi coetanei che oggi non trovano ragione di un precoce addio ai compagni di tante giornate. «Cerignola piange» c’è scritto sul luogo del tragico incidente ed è la frase che forse più di tutte rappresenta lo stato d’animo di una comunità ferita. Sono migliaia i giovani che hanno affollato piazza Duomo e la cattedrale. Un abbraccio importante dell’intera comunità, che restituisce però tutta la triste consapevolezza di un grande vuoto.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Poste Italiane: a Cerignola mobilità sempre più sostenibile, in servizio tre muovi motocicli

Anche a Cerignola Poste Italiane viaggia ad energia pulita. Nel Centro di Recapito della città, infatti, sono entrati in...

In auto con patente revocata da 20 anni e con 3kg di marijuana a casa: arrestato 52enne a Cerignola

Non allenta la “morsa” dei controlli straordinari del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia in tutta la Provincia. Anche sul...

Sabato 25 gennaio presentazione del libro “Push you away” della cerignolana Veronica Cellamaro

“Perchè la vita non è una somma di eventi, ma la storia delle nostre risposte a quello che il caso ci pone davanti”. Veronica...

Domenica 26 gennaio evento XC e cicloescursione “Capacciotti”

Doppio evento ciclistico a Cerignola, domenica 26 gennaio: le società ofantine Bike3 Asd e Cicogna Asd organizzano la 1^ Xc "Capacciotti", valida come quarta...

Agricoltura, pensioni da 513 euro. Cia Capitanata: “Uno scandalo”

“Una vita di lavoro in agricoltura non può valere la miseria di 513 euro mensili di assegno pensionistico”. Sono di Matteo Valentino, presidente ANP...