Sportweb
pub_728_90

Paparella spara a zero su La Cicogna: «Metta ha fatto terra bruciata attorno a sé. E’ miopia politica»

i più letti

Polizia arresta giovane cerignolano per tentato furto d’auto

Nella giornata di ieri 8 dicembre u.s., Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P. S. di Cerignola,...

Accoltellato dopo lite nel traffico. Non è grave

Un giovane di Cerignola è stato ferito con una coltellata sabato sera dopo un litigio che pare sia avvenuto...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...

«Ancora una volta Cerignola ha perso l’occasione di essere rappresentata in Consiglio Provinciale per la miopia politica della maggioranza che guida la città». A dichiararlo Leonardo Paparella, coordinatore di “Federazione Civica” in relazione all’esito delle ultime elezioni provinciali.

«Sfumata l’ipotesi della candidatura di Sandro Moccia, eleggere Antonio Limotta in Consiglio Provinciale rappresentava anche un espediente per riallacciare rapporti istituzionali fondamentali resi non più “praticabili” dal sindaco Metta che ha finito per fare terra bruciata attorno a sé e a Cerignola. Invece, si è preferito votare un consigliere d’opposizione con l’unico risultato concreto di aver lasciato Cerignola senza voce a Palazzo Dogana», afferma Paparella che punta quindi l’indice verso Forza Italia: «Ora basta con i giochetti, le assenze strategiche in Consiglio e le uscite più o meno opportune dall’aula. Invitiamo ufficialmente Forza Italia ad entrare in maggioranza a Cerignola. L’orientamento della maggioranza di governo è spostato chiaramente a destra, come dimostrano l’appello fatto dal Primo Cittadino a votare Forza Italia in occasione delle elezioni politiche e l’andamento di queste consultazioni provinciali».

«Quindi a Forza Italia diciamo basta con le ambiguità. Federazione Civica, al momento, resterà in maggioranza in attesa di vedere Forza Italia seduta ai banchi del governo comunale», prosegue il coordinatore di Federazione Civica che riserva l’ultima stoccata al gruppo della “Cicogna”: «Più che di gruppo parlerei di accozzaglia. In due mesi non sono stati capaci di eleggere un capogruppo: l’ultimo si è dimesso il 22 novembre 2018. È uno stato di cose da dilettanti allo sbaraglio, altro che programmazione, attenzione alle istanze del territorio e lungimiranza politica».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Anziani e battaglieri, per i pensionati di Foggia un 2020 di nuove lotte

“I pensionati foggiani guardano al futuro, certo, e lo costruiscono ogni giorno nelle famiglie in cui rivestono un ruolo...

“Un libro per tutti”, antologia delle poesie finaliste alle edizioni del Premio Zingarelli

L’Associazione Artistico-Culturale “Motus” in collaborazione con l’Associazione LiberaMente Aps Circolo di Cerignola, in occasione del bando per la XII edizione del Premio Letterario Nazionale...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un Mc Drive attrae parecchio e...

Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile di Cerignola, il nuovo appuntamento...

Il Bosco Gilwell è realtà: sabato 14 dicembre l’inaugurazione nei pressi della parrocchia di San Trifone

I capi e ragazzi del Gruppo Scout Cerignola 2 “San Michele” si sono impegnati duramente da Settembre per realizzare il Bosco Gilwell. Tutto è...