pub_728_90
Sportweb

Senza esito la caccia ai ladri-bombaroli fuggiti a mani vuote

A Cerignola nel 2018 si sono registrati 112 colpi, 32 in più rispetto agli 80 del 2017

i più letti

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...

Polizia arresta giovane cerignolano per tentato furto d’auto

Nella giornata di ieri 8 dicembre u.s., Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P. S. di Cerignola,...

Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile...

Molto rumore per nulla, verrebbe da dire rubando il copyright a Shakespeare per commentare il fallito assalto al bancoposta di sabato pomeriggio a Cerignola nella centrale piazza Duomo, se non fosse per l’ennesima dimostrazione di arroganza della criminalità predatoria del basso Tavoliere.

Nella lunghissima serie di «furti col botto» ai danni di bancomat o bancoposta come in questo caso, non era mai successo che i ladri colpissero in pieno giorno alle 15.30, visto che solitamente gli specialisti di questi assalti colpiscono nel cuore della notte. Chissà se le indagini condotte dai Carabinieri, che dopo il fallito assalto hanno eseguito una serie di controlli e perquisizioni, porteranno all’identificazione e arresto dei responsabili del fallito furto alle Poste centrali di piazza Duomo, già in passato finite nel mirino di rapinatori.

In mano agli investigatori ci sono i filmati registrati dalle telecamere e impianti di video- sorverglianza della zona: i quattro ladri sono arrivati, e poi andati via, a bordo di due scooteroni: la «marmotta», la pala artigianale esplosiva infilata nella fessura del bancoposta, ha fatto «flop» e l’esplosione solo minima ha causato lievi danni, costringendo i ladri a fuggire a mani vuote. Indagini in corso per identificarli. Come indagini sono in corso sempre a Cerignola da parte delle forze dell’ordine per cercare di dare un nome ed un volto ai tre banditi che sabato mattina, a volto coperto ed armati, hanno fatto irruzione in un negozio di ottica in corso Aldo Moro: i banditi si sono impossessati di soldi e occhiali per un importo non ancora noto. I numeri dicono che nel 2018 una rapina su tre messa a segno in tutta la Capitanata è avvenuta a Cerignola, dove si sono registrati 112 colpi, 32 in più rispetto agli 80 del 2017: la per- centuale di casi risolti è bassa.

tratto da La Gazzetta del Mezzogiorno

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

LETTERA | «Dovremmo imparare a dire grazie al personale di Pronto Soccorso»

«Dovremmo imparare a dire grazie a tutto il personale che lavora in Pronto Soccorso». Così si legge in una...

Anziani e battaglieri, per i pensionati di Foggia un 2020 di nuove lotte

“I pensionati foggiani guardano al futuro, certo, e lo costruiscono ogni giorno nelle famiglie in cui rivestono un ruolo importante, talvolta fondamentale per le...

“Un libro per tutti”, antologia delle poesie finaliste alle edizioni del Premio Zingarelli

L’Associazione Artistico-Culturale “Motus” in collaborazione con l’Associazione LiberaMente Aps Circolo di Cerignola, in occasione del bando per la XII edizione del Premio Letterario Nazionale...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un Mc Drive attrae parecchio e...

Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile di Cerignola, il nuovo appuntamento...