pub_728_90
Sportweb

Chiusura della Master Class del progetto “L’arte in scena è opera divina”

i più letti

Tg1 a Cerignola per Sara Ciafardoni: la storia della “lettrice sognatrice” in Rai

Con la passione per i libri e la voglia di parlare al mondo partendo dalla sua camera, Sara Ciafardoni...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura...

“E pagliaccio canta alla luna”, il concerto lirico a chiusura della Master Calss del progetto “L’arte in scena è opera divina”, ha regalato un bellissimo momento artistico alla Città di Cerignola nella storica cornice di Palazzo Fornari. Un concerto voluto per esaltare la professionalità dei cantanti lirici che si sono esibiti nella serata di giovedì 8 Agosto, accompagnati al pianoforte dal M° Ester Ferrara in uno scenario artistico di elevatissimo spessore alla presenza del M° Antonio Stragapede, decente della Master Class, dell’Assessore alla Cultura, Teatro e Pubblica Istruzione del Comune di Cerignola Debora Di Nauta, capofila del progetto “L’arte in scena è opera divina”, e della dott.ssa Mara Monopoli, Direttore Artistico del progetto.

Una lunga carrellata di cantanti lirici per accendere, con i colori della musica, una calda serata d’estate restituendo freschezza con la magia delle note, con le eccellenti esibizioni al pianoforte del M° Letizia Palmieri in un chiostro trasformato in palcoscenico della musica. Eccellenze del territorio e poesie recitate da Mara Monopoli hanno creato la giusta atmosfera in una Città che da tempo ha messo la cultura al primo posto, con la lirica a Palazzo Fornari, a Torre Brayda, nella Chiesa Madre della Città, con l’opera in Piazza Duomo e al Teatro Mercadante, con le mostre d’arte, la poesia, la lettura e gli spettacoli teatrali.

“Ringrazio di vero cuore tutti i partecipanti e soprattutto i nostri giovani cantanti per aver centrato un obiettivo importante, la conoscenza della lirica attraverso la competenza e lo studio – spiega l’Assessore Debora di Nauta nel corso della serata – I nostri giovani musicisti fanno enormi sacrifici per realizzare la loro passione artistica. Quando parliamo di cultura è importante raccontare il talento perché la cultura è la possibilità, attraverso la scrittura, la danza, la musica e il canto, di raccontare i talenti del nostro territorio. L’obiettivo del progetto “L’arte in scena è opera divina” è quello di fare emergere i nostri talenti attraverso momenti di studio e approfondimento, Master Calss, incontri e, soprattutto, esibizioni capaci di regalare vetrine importanti ai nostri giovani professionisti portando i loro nomi, e la loro passione, ad essere conosciuti in una territorio più vasto dando loro possibilità di inserimento in ambienti culturali e lavorativi di prestigio”.

Ospiti d’onore nella serata artistico-culturale il soprano M° Natalizia Carone e il pianista M° Giuseppe Bini, nell’omaggio al bicentenario dell’Operetta “SI” di Pietro Mascagni. La splendida voce del soprano e le note del pianista hanno fatto esplodere la passione nel cuore in quel luogo che già pulsava di passione per quando udito, una passione tutta cerignolana caricata dall’attesa di ascoltare le note di Mascagni dal soprano Carone che, nella sua eccellente interpretazione, ha soddisfatto ogni attesa. La presenza del dott. Pino Tulipani, Garante della Regione Puglia per la disabilità, a testimonianza dell’impegno sociale dello stesso progetto “L’arte in scena è opera divina” che ha messo in primo piano l’opera della concittadina Sara Ciaffardoni, il capolavoro nipponico, realizzato in occasione della serata, che ha padroneggiato nell’intera serata arricchendo lo sfondo dell’angolo pianistico.

Musica, note, opera, lirica e gourmet preparato dal ristorante “La mimosa” che, al termine della serata, ha allietato i convenuti con l’apericena offerta dallo staff organizzativo del progetto. Ancora una volta la sinergia tra il Comune di Cerignola, la Tempus srls di Antonio Piacentino e Marcello Colopi, la azienda Ciessepi e la sala ricevimenti Torre Brayda ha dimostrato di essere una macchina perfetta e rodata per promuovere cultura. Il prossimo appuntamento il 29 Agosto con la Soireé Diner Lyrique a Torre BraydaConcerto di presentazioni dell’opera “Pagliacci”.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

«Mafia foggiana emula la ‘ndrangheta». Ecco la relazione della DIA sulla Capitanata

Un «contesto ambientale omertoso e violento», dovuto al legame dei gruppi criminali con il territorio, ai rapporti familistici dei...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dalla...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura di prevenzione del Divieto di...

Ostacolo Altino per l’Ares Flv Cerignola, la Brio Lingerie riceve l’Orsacuti

Dodicesima giornata dei principali tornei di volley con sfide da non fallire per le due formazioni cerignolane: trasferta in Abruzzo per l'Ares Flv, impegno...

Dal 15 febbraio attiva a Foggia una sezione operativa della Dia

La Direzione investigativa antimafia ha comunicato che darà corso alle procedure per istituire una sezione operativa della Dia a Foggia, alle dirette dipendenze del...