Prima trasferta stagionale per l’Audace Cerignola, che domani sarà ospite del Brindisi per la quarta giornata del girone H di serie D. In tre uscite ufficiali, altrettanti successi per la banda guidata da Alessandro Potenza, capace di ottenere il massimo nel primo turno di coppa Italia e nei due impegni di campionato. Mercoledì è stato superato con merito il sostanzioso banco di prova rappresentato dal Casarano: un 2-1 frutto delle grandissime giocate di Nicola Loiodice certo, ma anche di una applicazione e di una disponibilità al sacrificio degli ofantini, caratteristiche che hanno consentito di portare a casa l’intera posta in palio. Un cammino finora incoraggiante e di tutto rispetto, per una squadra partita com’è noto in ritardo e alla ricerca di tasselli per completare il ventaglio di opzioni da assicurare al tecnico. Molto positive anche le impressioni arrivate dagli under (oltre alle conferme di Cappa e Russo), capaci e di grande personalità: da Alfarano a Boufous, passando per l’ottimo Muscatiello visto con i salentini, la sensazione è che la dirigenza si sia mossa efficacemente per una componente determinante in queste categorie. Adesso un nuovo trittico di partite dall’elevata difficoltà per chiudere questa intensissima prima parte di stagione: dopo Brindisi, il recupero con la Fidelis Andria e il derby col Foggia.

Capitolo formazione: la base è il 3-4-3, Potenza dovrà nuovamente esaminare con scrupolosità condizione fisica e mentale dei suoi per far sì che scendere in campo ogni tre giorni non diventi un ostacolo alle ambizioni cerignolane. Coletti ha esordito con la sicurezza e l’esperienza che gli appartengono, che sia in difesa o in mediana ha il posto assicurato; pure il tridente Marotta-Martiniello-Loiodice non sembra in discussione.

Riaffacciatosi in serie D dopo una assenza di quattro stagioni, dopo la vittoria dei playoff nazionali di Eccellenza, il Brindisi cercherà innanzitutto di raggiungere quanto prima la salvezza, non disdegnando di rappresentare una delle mine vaganti del torneo. La compagine allenata da Massimiliano Olivieri è partita con due successi, violando lo “Iacovone” di Taranto e battendo in casa la Nocerina, poi il netto rovescio di domenica scorsa a Casarano. La rosa ha mantenuto alcuni degli alfieri della passata annata, come Pizzolato, Fruci, Ianniciello e l’ex Marino: dal mercato sono arrivati Montaldi (che assieme a Loiodice completa la casella degli amarcord), Ancora (ex Taranto) e Granado tutti in prima linea. Completano gli acquisti il difensore Capone e il centrocampista D’Ancora, prelevato dal Savoia.

L’ultima sfida fra Cerignola e Brindisi risale alla stagione 1992/93, nel campionato Interregionale, girone G. Calcio d’inizio al “Fanuzzi” alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Ancora, della sezione di Roma 1.