venerdì, 21 Febbraio - 06:42
Sportweb
pub_728_90

Sei arresti della Compagnia Carabinieri di Cerignola nei giorni scorsi

i più letti

Tragedia in zona Convento. Si lancia nel vuoto e muore

E' accaduto in pieno centro, in zona Convento, nella mattinata di oggi. Una donna si è lanciata nel vuoto...

Cerignola, nelle campagne i carabinieri rinvengono armi, munizioni e droga

Un’altra robusta attività di controlli e rastrellamenti ha consentito ai carabinieri di Cerignola di rinvenire e sequestrare armi, munizioni,...

Vessazioni e minacce alla madre per acquistare droga, i carabinieri arrestano 34enne di Cerignola

I carabinieri di Cerignola hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale...

Proseguono le attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Cerignola, sempre particolarmente attenti al monitoraggio dei soggetti sottoposti ad obblighi e limitazioni della libertà personale. Nei giorni scorsi i militari hanno arrestato sei persone, tre in flagranza di reato e tre in esecuzione di altrettanti provvedimenti emessi dall’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile del NORM ella Compagnia hanno arrestato in flagranza del reato di evasione SECCIA Vittorio, cl. ’87, sorpreso fuori dalla propria abitazione dove si trovava sottoposto agli arresti domiciliari per una rapina commessa a Cerignola nel marzo del 2018. Dopo le formalità di rito, su disposizione della Autorità Giudiziaria, il SECCIA è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della convalida dell’arresto.

Nei confronti di MUSICCO Saverio, cl. ’69, i militari hanno invece eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Foggia in sostituzione della misura degli arresti domiciliari a cui si trovava sottoposto per ricettazione. Il provvedimento è scaturito dalle segnalazioni fatte dagli stessi Carabinieri per il mancato rispetto, da parte del 50enne, delle prescrizioni a lui imposte dall’Autorità Giudiziaria.

Per resistenza a pubblico ufficiale è stato arrestato in flagranza di reato BENJAMIN Mark, cl.’72, ghanese. L’uomo, alla guida di un furgone Ford Transit nel tratto cittadino della s.p. 83, non ha ottemperato all’alt intimatogli dall’equipaggio di una “gazzella” della Sezione Radiomobile del NORM, dandosi alla fuga con manovre estremamente pericolose, sia per sé che per gli altri utenti della strada. Comunque raggiunto e bloccato poco dopo, è stato controllato ed identificato, risultando sprovvisto di patente di guida perché mai conseguita. Il furgone, su cui sono in corso accertamenti, è stato sottoposto a sequestro. Il ghanese, regolare sul territorio nazionale, è stato dichiarato in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Cerignola in attesa dell’udienza di convalida.

Sempre a Cerignola è stato arrestato in flagranza del reato di evasione AMATO Alessandro, cl.’82. L’uomo è stato sorpreso dai militari fuori dalla propria abitazione, dove era sottoposto alla detenzione domiciliare per reati in materia di sostanze stupefacenti. Dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della convalida dell’arresto.

A Trinitapoli, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato CEGLIA Carlo, cl. ’73. Nei suoi confronti è stata eseguita una ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Foggia in sostituzione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a cui l’uomo si trovava già sottoposto per una rapina commessa lo scorso giugno a Trinitapoli. Il provvedimento è scaturito dalle violazioni alle prescrizioni impostegli, accertate e segnalate all’Autorità Giudiziaria dai Carabinieri di Trinitapoli.

A Stornara i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato MLADENOV Metodi Danchev, bulgaro cl.’83. Nei suoi confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Bari in sostituzione degli arresti domiciliari a cui il 36enne si trovava sottoposto per una rapina commessa a Canosa di Puglia nel 2016. Anche in questo caso il provvedimento è scaturito a seguito dei controlli svolti dai militari della Stazione locale, che hanno accertato e puntualmente segnalato all’Autorità Giudiziaria le violazioni alle prescrizioni commesse dall’uomo. Dopo le formalità di rito, per l’arrestato si sono aperte le porte del carcere di Foggia.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Intimidazione a dirigente comunale, la ferma condanna della Chiesa di Cerignola

In una nota congiunta, Mons. Luigi Renna (Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano) e don Pasquale Cotugno (Vicario Foraneo di Cerignola)...

Cerignola, nelle campagne i carabinieri rinvengono armi, munizioni e droga

Un’altra robusta attività di controlli e rastrellamenti ha consentito ai carabinieri di Cerignola di rinvenire e sequestrare armi, munizioni, stupefacenti e vario materiale tipicamente...

Proiettile dietro la porta. Nel mirino un dirigente comunale

Un proiettile in Comune, posizionato dietro la porta di uno dei dirigenti. Si tratta di Michele Prencipe, dirigente ai Lavori Pubblici. Sarebbe infatti stato...

Sanità, Dattoli e Piazzolla indagati per gli appalti ai Riuniti

L’ipotesi è che quattro appalti milionari della sanità siano stati truccati per favorire due professionisti e altrettante imprese. Il sospetto è che questo sia...

Caporalato, Coldiretti Puglia: si paga più la bottiglia del pomodoro in essa contenuto

Quando si acquista una passata al supermercato costa più la bottiglia che il pomodoro contenuto. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti diffusa...