caminetto

Dopo la cruenta rapina alla pizzeria “il Caminetto” nella notte tra sabato e domenica sono i titolari a parlare, a denunciare «a gran voce questo atto di violenza». Di seguito le parole affidate alla fanpage dallo Staff del locale in contrada Torre Quarto.

«Come in molti avranno già saputo, la notte tra sabato e domenica, siamo stati vittime di una brutale rapina. Abbiamo tenuto il silenzio in questi giorni perché avevamo bisogno di restare uniti tra noi e concederci tutto l’affetto che, da anni, caratterizza la nostra bella famiglia. Sì, perché Il Caminetto ormai è una famiglia a tutti gli effetti e, nel bene così come nel male, ha una forza in più: l’amore che prova nei confronti di tutto lo staff e di tutte quelle meravigliose persone che decidono di affidarsi a noi e alla nostra cucina».

Ed ecco la denuncia, ma anche il grazie a chi ha mostrato grande vicinanza. «Condanniamo e denunciamo a gran voce questo atto di violenza che ci ha colpiti e che, purtroppo, colpisce tanti lavoratori onesti e perbene che popolano la nostra stupenda Terra. Ma vogliamo sottolineare con più forza tutta la solidarietà e la vicinanza che, da tutta Italia, ci ha raggiunti. Siamo commossi e grati a tutte quelle persone che, anche con un gesto semplice, ci hanno dimostrato affetto, stima e amore. Sarà sempre l’amore a muovere il mondo. Sarà sempre la voglia di essere persone perbene a vincere su tutto. Sara sempre il lavoro nobile a guidarci nelle nostre scelte. Sarà sempre la stessa grande e immensa famiglia de Il Caminetto a continuare a regalarVi sorrisi e piacere. Noi non molleremo mai perché, qualunque cosa accada, l’onestà vincerà su tutto. Grazie di cuore a tutti».