pub_728_90
Sportweb

Furto a ripetitore Vodafone. Arrestato un 29enne

i più letti

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...

Polizia arresta giovane cerignolano per tentato furto d’auto

Nella giornata di ieri 8 dicembre u.s., Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P. S. di Cerignola,...

Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile...

I Carabinieri della Sezione Radiomobile del NORM della Compagnia di Cerignola hanno arrestato in flagranza di reato E.A., cittadino marocchino di 29 anni.

Alcuni giorni fa, allertati dalla Centrale Operativa della segnalazione di un furto appena commesso presso il ripetitore Vodafone di contrada Mezzana Coperta di Cerignola, i militari, nel recarsi sul posto hanno incrociato una Kia Sportage, con targhe bulgare, che si stava allontanando dalla zona segnalata. Intuito che potesse trattarsi del responsabile, i Carabinieri hanno invertito la marcia e si sono gettati all’inseguimento dell’auto sospetta, il cui conducente, vistosi tallonato dai Carabinieri, ha accelerato l’andatura, nel tentativo di sfuggire, innescando così un pericoloso inseguimento, durato fino a Stornarella, lungo la S.P. 83, dove è finalmente stato bloccato.

Raggiuntala, i Carabinieri hanno avuto conferma al sospetto, avendo trovato a bordo dell’auto otto grosse batterie professionali, appena sottratte dal ripetitore di telefonia mobile della Vodafone.

La refurtiva, del valore complessivo di oltre 6.000 euro, è stata recuperata. L’uomo, invece, trovato in possesso di diversi arnesi da scasso, sottoposti a sequestro, è stato accompagnato in caserma, a Cerignola, dove è stato dichiarato in arresto per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Dopo la convalida dell’arresto, il 29enne è stato giudicato con rito direttissimo e condannato alla pena di un anno e quattro mesi di reclusione. Lo stesso, irregolare sul territorio nazionale, è stato anche segnalato alle Autorità competenti per l’avvio delle procedure di espulsione dal territorio dello Stato.

Ancora una volta si è quindi confermata fondamentale per la felice soluzione la tempestività della segnalazione del furto.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Anziani e battaglieri, per i pensionati di Foggia un 2020 di nuove lotte

“I pensionati foggiani guardano al futuro, certo, e lo costruiscono ogni giorno nelle famiglie in cui rivestono un ruolo...

“Un libro per tutti”, antologia delle poesie finaliste alle edizioni del Premio Zingarelli

L’Associazione Artistico-Culturale “Motus” in collaborazione con l’Associazione LiberaMente Aps Circolo di Cerignola, in occasione del bando per la XII edizione del Premio Letterario Nazionale...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un Mc Drive attrae parecchio e...

Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile di Cerignola, il nuovo appuntamento...

Il Bosco Gilwell è realtà: sabato 14 dicembre l’inaugurazione nei pressi della parrocchia di San Trifone

I capi e ragazzi del Gruppo Scout Cerignola 2 “San Michele” si sono impegnati duramente da Settembre per realizzare il Bosco Gilwell. Tutto è...