pub_728_90
Sportweb

Fratelli d’Italia Cerignola: «Giovedì ha parlato lo Stato: adesso tocca alla gente perbene»

i più letti

Una sfilata di moda ha celebrato il decimo anniversario dell’indirizzo Industria e Artigianato per il Made in Italy

L’evento ha ricostruito l’affascinante percorso di crescita personale e professionale compiuto dalle alunne nel corso dei dieci anni di...

LETTERA | «Dovremmo imparare a dire grazie al personale di Pronto Soccorso»

«Dovremmo imparare a dire grazie a tutto il personale che lavora in Pronto Soccorso». Così si legge in una...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...

Pubblichiamo di seguito integralmente un comunicato stampa della sezione di Cerignola di Fratelli d’Italia, in cui si commenta lo scioglimento del Consiglio comunale da parte del Consiglio dei Ministri avvenuto giovedì.

L’amministrazione comunale del sindaco Franco Metta è stata sciolta per infiltrazioni mafiose. Abbiamo parlato e descritto fino a ieri quel che in troppi fingevano di non vedere, che non esistesse, come se si potesse chiudere un occhio in nome di un fermento amministrativo. “Sì, però sta facendo…” era il ritornello di un compromesso per noi inaccettabile. Comunque e sempre. Non ci convinceranno che per ben amministrare si debba scendere a patti per forza.

Oggi, prima ancora che la figuraccia senza precedenti di una città intera, contiamo i danni: l’epilogo della vicenda di Sia Srl e la perdita degli impianti di Forcone Cafiero sono ferite aperte e costose da risanare. E poi c’è l’amarezza per queste infiltrazioni mafiose ravvisate dal Ministero dell’Interno, con tutto ciò che resterà come strascico nel prossimo futuro.

Oggi, ringraziamo lo Stato, che non ci ha dimenticati: con questo provvedimento Cerignola sta avendo l’occasione di riscattarsi, di dimenticare in fretta questa brutta pagina, di guardare avanti. Abbiamo gridato fino a ieri il nostro appello alla “gente perbene” di questa città. Oggi, più che mai dobbiamo crederci e creare le condizioni perché Cerignola recuperi moralità, sobrietà, normalità. Alcuni parlano oggi, altri neppure oggi. Noi abbiamo parlato sempre e fino a ieri. E ieri ha parlato lo Stato. Da ora, insieme alla “gente perbene”, dobbiamo costruire il domani.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Ares Flv e Pallavolo Cerignola in casa, rispettivamente contro Chieti e Fasano

Nel weekend impegni casalinghi per Ares Flv Cerignola e Pallavolo Cerignola nei rispettivi tornei di appartenenza di volley: in...

Una sfilata di moda ha celebrato il decimo anniversario dell’indirizzo Industria e Artigianato per il Made in Italy

L’evento ha ricostruito l’affascinante percorso di crescita personale e professionale compiuto dalle alunne nel corso dei dieci anni di attività dell’indirizzo. Attraverso una serie...

“Per incontrare ogni uomo”: il Natale del vescovo Luigi Renna con la Città di Cerignola

Anche quest’anno è denso di impegni, per il vescovo Luigi Renna, il periodo di preparazione alla solenne celebrazione della notte del 24 dicembre quando,...

Un Presepe che racconta il lutto dell’umanità. A Palazzo Dogana il manufatto del Liceo Artistico di Cerignola

Un'opera che fa pensare e riflettere su quello che sta accadendo dall'altra parte del Mediterraneo. Si tratta del "presepe nero" del Liceo Artistico "Zingarelli...

Foggia, una pensione su 5 è sbagliata. Cia Capitanata: “Occhio all’errore”

Una pensione su 5 è “sbagliata”: il 20% delle pensioni attualmente erogate potrebbero essere state calcolate su parametri errati. E’ quello che ha scoperto...