pub_728_90
Sportweb

“Premio Mia Martini”, vince il “premio della critica” la cerignolana Mikela

i più letti

Bonito replica a Metta. Duello elettorale? «tu non ci sarai, perché sarai dichiarato incandidabile»

Dopo la querela di Franco Metta all'indirizzo di Francesco Bonito, proprio l'ex-onorevole non si esime dal replicare all'ex-Sindaco. «L'amministrazione Metta...

Poste Italiane, avviato a Cerignola il progetto “etichetta la cassetta”

E’ stata avviata anche a Cerignola la nuova iniziativa di Poste Italiane “Etichetta la cassetta”. I cittadini con cassetta...

Metta-Bonito, la querelle finisce in querela. L’ex-Sindaco cita l’ex-Onorevole

Finisce in querela la querelle tra Franco Metta e Francesco Bonito, che non si sono risparmiati stilettate meglio ultimi...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

Ha vinto il Premio della Critica la cerignolana Mikela Larovere al  premio “Mia Martini”, lo scorso 10 ottobre a Bagnara Calabra, città natale dell’interprete scomparsa. Dopo un lungo percorso step by step Mikela è arrivata in finale prima e alla vittoria poi.

La giovane cantante cerignolana (22 anni) ha già partecipato alle finali di Area Sanremo lo scorso novembre, prima di provare a scalare la vetta in premio tra i più importanti nel settore canoro. «E’ partito tutto con una selezione online. In 150 siamo approdati a Scalea – racconta -, dove era possibile esibirsi con un brano proprio o con una cover. Io ho portato “Luna nuova”, la stessa canzone di Area Sanremo. Sono passata alla fase successiva, eravamo in 60, stavolta con un brano nuovo che si chiama “Crisalide” (clicca qui), ascoltabile online. Dopo questa “fase radiofonica”, grazie ai voti ricevuti online, siamo passati alla finalissima del prossimo 10-11-12 ottobre».

Alla finalissima la cerignolana non ha tradito le aspettative ed ha stupito tutti. Questo dopo aver passato alcuni giorni con professionisti del settore. «A Bagnara Calabra abbiamo passato cinque giorni, in cui abbiamo avuto incontri artistici con i giudici. In giuria c’era Franco Fasano, Mario Rosini, Debora Iurato, Suor Cristina e Francesco Malapena. Tutte persone che ci hanno molto aiutato. In finale ci siamo esibiti con il brano che è passato in radio, il mio è Crisalide. Ci siamo esibiti su un bel palcoscenico e da lì hanno fatto una ulteriore scrematura. Sono arrivata tra i dieci finalisti e ho ricevuto il Premio della Critica. Un’esperienza che porterò sempre nel cuore, che mi ha insegnato tanto. Sento che sono cresciuta molto, artisticamente e umanamente e che potrò, d’ora in poi, lavorare ulteriormente sulla mia passione, che è appunto la musica».

Di seguito una video di uno degli incontri artistici prima della finale

 

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Bonito replica a Metta. Duello elettorale? «tu non ci sarai, perché sarai dichiarato incandidabile»

Dopo la querela di Franco Metta all'indirizzo di Francesco Bonito, proprio l'ex-onorevole non si esime dal replicare all'ex-Sindaco. «L'amministrazione Metta...

Viaggi baresi per Ares Flv e Brio Lingerie Pallavolo Cerignola nell’ottava giornata

I rispettivi campionati per Ares Flv e Pallavolo Cerignola sono giunti all'ottavo turno: entrambe saranno in trasferta, alle prese con derby regionali insidiosi e...

La scuola Carducci verso la riapertura, già dal prossimo anno scolastico

Terminati i lavori al tetto della Carducci (ottobre 2019), prossimi alla conclusione anche i lavori all’interno dello storico plesso cerignolano. Questa la notizia che...

Metta-Bonito, la querelle finisce in querela. L’ex-Sindaco cita l’ex-Onorevole

Finisce in querela la querelle tra Franco Metta e Francesco Bonito, che non si sono risparmiati stilettate meglio ultimi mesi sui social. Bonito a...

Riapre il Cine Teatro Roma di Cerignola, che ospiterà anche la stagione teatrale

Riapre il Cine Teatro Roma di Cerignola che, dopo un’accurata ristrutturazione, diventa “Roma Teatro Cinema E…”. Trecento posti a sedere, un impianto audio di...