Sportweb
pub_728_90

Protesta e sciopero della fame. I dipendenti del “verde” rivogliono il proprio lavoro

i più letti

Una sfilata di moda ha celebrato il decimo anniversario dell’indirizzo Industria e Artigianato per il Made in Italy

L’evento ha ricostruito l’affascinante percorso di crescita personale e professionale compiuto dalle alunne nel corso dei dieci anni di...

LETTERA | «Dovremmo imparare a dire grazie al personale di Pronto Soccorso»

«Dovremmo imparare a dire grazie a tutto il personale che lavora in Pronto Soccorso». Così si legge in una...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

Sciopero della fame ad oltranza per i dipendenti del comparto verde pubblico. Questa la decisione presa dai lavoratori della Cooperativa “il Giglio”, precedentemente “Mondoservice”, poi revocata perché raggiunta da provvedimento di interdittiva antimafia.

Alla base della decisione vi sarebbe per i 37 lavoratori l’impossibilità a lavorare, stante la mancanza di una proroga o l’indizione di nuova gara per la gestione del verde. Seppure tutelati dalla clausola sociale, i dipendenti attualmente sono senza lavoro, in attesa che abbiano corso le procedure amministrative, per le quali – sospettano – potrebbero essere necessari tempi lunghi.

Dal 14 ottobre senza lavoro, i dipendenti con contratto scaduto il 24 settembre – era ancora Franco Metta il Sindaco – ricevettero una proroga di 19 giorni fino al 13 ottobre. Mancando poi una nuova proroga – provvedimento in genere non adottabile ad oltranza – e un bando di gara, dal 14 ottobre non vi è più a Cerignola manutenzione del verde  pubblico e dei parchi cittadini, Villa comunale compresa.

«In un incontro con i commissari il dottor Umberto Postiglione ci ha garantito che non perderemo il nostro posto di lavoro e che presto verrà bandita nuova gara – dicono i lavoratori -. Questo ci è stato riferito a metà ottobre. E’ passato quasi un mese e siamo senza lavoro, senza una prospettiva per il futuro, con importanti difficoltà e disagi economici per le nostre famiglie. Non stiamo chiedendo la luna, vogliamo solo lavorare e vedere tutelati i nostri diritti».

Per i lavoratori è troppo il tempo che sta trascorrendo e non si vede l’uscita dal tunnel. «Ci avevano assicurato che entro un mese saremmo tornati a lavoro. Un mese è quasi passato e della gara non si dice nulla. Come faremo? – si chiede retoricamente uno dei dipendenti – Il Natale si avvicina, abbiamo tutti famiglia. Andremo via di qui solo quando ci restituiranno il nostro lavoro. Noi viviamo del nostro stipendio e in ogni famiglia ci sono esigenze. Oltretutto è necessario quanto prima intervenire sul verde, perché in Villa è già caduto un albero. Speriamo di essere ascoltati, anche perché non andremo via senza garanzie per il nostro futuro immediato».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

L’Audace Cerignola in trasferta contro un Taranto alle prese con molti problemi

Penultimo turno del girone d'andata e del 2019 per l'Audace Cerignola, atteso domani dalla trasferta di Taranto, e con...

L’Audace per il sociale: ieri visita ai bimbi del Cat all’ospedale “Tatarella”

Una bellissima mattinata ieri per l'Audace Cerignola, in compagnia dei bimbi del Centro Autismo Territoriale dell'ospedale 'Tatarella', invitata a fare visita dal gruppo di...

Quarto corso di formazione politica della Fondazione Tatarella

Dopo il successo delle tre precedenti edizioni, la Fondazione Tatarella, con il patrocinio delle Fondazione Alleanza nazionale organizza da sabato 11 gennaio a sabato...

Ares Flv e Pallavolo Cerignola in casa, rispettivamente contro Chieti e Fasano

Nel weekend impegni casalinghi per Ares Flv Cerignola e Pallavolo Cerignola nei rispettivi tornei di appartenenza di volley: in programma la nona giornata del...

Una sfilata di moda ha celebrato il decimo anniversario dell’indirizzo Industria e Artigianato per il Made in Italy

L’evento ha ricostruito l’affascinante percorso di crescita personale e professionale compiuto dalle alunne nel corso dei dieci anni di attività dell’indirizzo. Attraverso una serie...