pub_728_90
Sportweb

Operazione “Nemesi”, Cerignola market della droga del clan “D’Abramo-Sforza” di Altamura

L’operazione è stata condotta dal Nucleo investigativo dei Carabinieri di Bari e coordinata dalla DDA del capoluogo regionale

i più letti

Polizia arresta giovane cerignolano per tentato furto d’auto

Nella giornata di ieri 8 dicembre u.s., Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P. S. di Cerignola,...

Accoltellato dopo lite nel traffico. Non è grave

Un giovane di Cerignola è stato ferito con una coltellata sabato sera dopo un litigio che pare sia avvenuto...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...

Cerignola la piazza in cui si riforniva di stupefacenti il clan “D’Abramo-Sforza”, attivo su Altamura, e duramente colpito dall’operazione “Nemesi”, condotta dal Nucleo investigativo dei Carabinieri di Bari. Il maxi-blitz, coordinato dalla DDA di Bari, ha portato all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 58 persone. In 49 sono finiti in carcere, 5 agli arresti domiciliari e in 4 sono stati sottoposti all’obbligo di presentarsi presso la Polizia Giudiziaria.

Molteplici le accuse mosse, che vanno dall’associazione – anche armata – di stampo mafioso alla detenzione e di armi – anche da guerra -. E ancora, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, omicidio, tentato omicidio, estorsione e turbativa d’asta.

Circa 300 militari i militari intervenuti durante la scorsa notte nei territori di Altamura, Bari, Foggia, Lecce, Roma e Cerignola. Era proprio nel centro ofantino che il clan “D’Abramo-Sforza” si riforniva di droga. Non è la prima volta che, in ambito di operazioni e processi antimafia, Cerignola viene indicata come il centro di rifornimento di sostanze stupefacenti per i clan pugliesi. Lo scorso giugno, nell’ambito del processo che ha portato alla sbarra i vertici del clan Raduano, i PM hanno svelato l’esistenza di un’organizzazione dedita alla gestione del traffico di droga che coinvolgeva Vieste. Un sistema che aveva la sua piazza di rifornimento proprio a nel centro del basso Tavoliere.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Anziani e battaglieri, per i pensionati di Foggia un 2020 di nuove lotte

“I pensionati foggiani guardano al futuro, certo, e lo costruiscono ogni giorno nelle famiglie in cui rivestono un ruolo...

“Un libro per tutti”, antologia delle poesie finaliste alle edizioni del Premio Zingarelli

L’Associazione Artistico-Culturale “Motus” in collaborazione con l’Associazione LiberaMente Aps Circolo di Cerignola, in occasione del bando per la XII edizione del Premio Letterario Nazionale...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un Mc Drive attrae parecchio e...

Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile di Cerignola, il nuovo appuntamento...

Il Bosco Gilwell è realtà: sabato 14 dicembre l’inaugurazione nei pressi della parrocchia di San Trifone

I capi e ragazzi del Gruppo Scout Cerignola 2 “San Michele” si sono impegnati duramente da Settembre per realizzare il Bosco Gilwell. Tutto è...