pub_728_90
Sportweb

Furto di otto quintali di olive, arrestato e condannato rumeno recidivo

i più letti

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...

LETTERA | «Dovremmo imparare a dire grazie al personale di Pronto Soccorso»

«Dovremmo imparare a dire grazie a tutto il personale che lavora in Pronto Soccorso». Così si legge in una...

Il vescovo Luigi Renna inaugura il nuovo oratorio “Santa Scorese e Carlo Acutis” ad Orta Nova

“Quali scelte vanno fatte? Anzitutto potenziare gli oratori, con una progettualità che sarà seguita e guidata dal Servizio Diocesano...

Nel corso di uno dei numerosi servizi dedicati alla prevenzione ed alla repressione degli odiosi reati ai danni di chi opera nel settore dell’agricoltura i Carabinieri della Sezione Radiomobile del NORM della Compagnia di Cerignola hanno arrestato in flagranza di reato un rumeno di 39 anni, residente a Cerignola, già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo è stato sorpreso alcune sere fa da una equipaggio, in servizio perlustrativo nelle zone rurali, mentre insieme ad altre persone stava asportando olive da un fondo agricolo in località Poste Preti. Alla vista dei Carabinieri il gruppo si è dileguato nelle campagne circostanti, ma il 39enne è stato raggiunto e bloccato dai militari al termine di un lungo inseguimento a piedi. Condotto in caserma, è poi stato dichiarato in arresto per furto aggravato e, su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. La refurtiva, circa otto quintali di olive, è stata restituita al proprietario. Dopo la convalida dell’arresto l’uomo è stato giudicato con rito direttissimo e condannato dal Tribunale di Foggia alla pena di due mesi e 20 giorni di reclusione ed al pagamento di 200 euro di multa.

Prosegue intanto incessante lo sforzo dell’Arma per il presidio delle vaste zone agricole della Capitanata, soprattutto in questo periodo a rischio proprio nel settore olivicolo, ricordando che, comunque, la migliore difesa dai malintenzionati rimane la collaborazione e la tempestività nella segnalazione di presenze sospette nei luoghi di produzione.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Un Presepe che racconta il lutto dell’umanità. A Palazzo Dogana il manufatto del Liceo Artistico di Cerignola

Un'opera che fa pensare e riflettere su quello che sta accadendo dall'altra parte del Mediterraneo. Si tratta del "presepe...

Foggia, una pensione su 5 è sbagliata. Cia Capitanata: “Occhio all’errore”

Una pensione su 5 è “sbagliata”: il 20% delle pensioni attualmente erogate potrebbero essere state calcolate su parametri errati. E’ quello che ha scoperto...

Coldiretti Foggia: le aziende possono dotarsi gratis di kit antinfortunistico per i lavori agricoli

Fino al 31 gennaio 2020 le aziende agricole della provincia di Foggia e dei comuni di Margherita di Savoia, San Ferdinando di Puglia e...

Il vescovo Luigi Renna inaugura il nuovo oratorio “Santa Scorese e Carlo Acutis” ad Orta Nova

“Quali scelte vanno fatte? Anzitutto potenziare gli oratori, con una progettualità che sarà seguita e guidata dal Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile: dobbiamo fare...

LetteraTour, ultimo appuntamento incentrato su J. K. Rowling

Ultimo appuntamento di questo LetteraTour edizione del 2019. E quale modo migliore per concludere, se non quello di dare spazio ad una delle autrici...