Pubblicità
pub_728_90
Sportweb

La Mafia a Cerignola è tutta un’invenzione. Senzadubbiamente

Se non fossimo lontani dal set del film che oggi esce nelle sale (“Cetto c’è. Senzadubbiamente” di Antonio Albanese) ci sarebbe solo da ridere e ironizzare. Purtroppo gli attori della versione cerignolana sono coloro che amministravano la città fino a qualche settimana fa, a quanto si legge nella relazione del Prefetto Raffaele Grassi, stante «l’esistenza di una complessa rete di amicizie, frequentazioni e cointeressenze tra amministratori comunali, dipendenti dell’ente locale e soggetti appartenenti o contigui a famiglie malavitose». Ancora «evidenziando come queste ultime abbiano beneficiato di favor nell’acquisizione di pubbliche commesse, negli affidamenti del patrimonio comunale o nell’esercizio di attività commerciali».

Al cinema si enfatizza, si romanza, si va oltre. A Cerignola la realtà supera di gran lunga la più fervida delle immaginazioni. E lo fa con i fatti, che avendo la testa dura hanno di conseguenza anche la faccia tosta. Perché affermare che l’infiltrazione è tutta un’invenzione pare essere davvero la battuta del secolo. Ridicola se fatta dall’istrionico ex-Sindaco Franco Metta, da teatro dell’assurdo se viene dal suo ex-vice Rino Pezzano, che da vero pioniere aveva anticipato anche il titolo del film anni addietro con il suo slogan elettorale “Rino c’è”.

E pensare che a Cerignola è intervenuto lo Stato. Basterebbe questo per dire tutto e mettere a tacere ogni nostalgico lamento. Ma non basta. Perché le parole sono gratis e i social permettono democraticamente a tutti di (continuare a) parlare. Seppure troppo spesso, con precisione elvetica, ci si imbatte nella “minchiata giusta al momento giusto” (per citare ancora Cetto, ndr), diventa difficile per molti distinguere ciò che è bene e ciò che è male. O meglio chi, e cosa, è Stato e chi oggi è poco più di niente.

Cerignola è una città importante della Capitanata, un centro importante della Puglia, un luogo che può e deve rinascere. Ma per ripartire non deve negare a sé stessa quanto è successo. In questi quattro anni è accaduto qualcosa di grave e a dirlo non sono né i giornali e nemmeno i partiti d’opposizione: è lo Stato. Poi, se si è convinti che sia tutto un complotto, tutta un’invenzione, forse niente potrà ribaltare questa convinzione. E dunque avremo tutti preso un granchio, senzadubbiamente.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Altri tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia, provincia di Foggia non interessata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito...

Scoperta piantagione di cannabis a ridosso del fiume Ofanto: due arresti dei carabinieri

Alcuni giorni fa, i militari della Stazione Carabinieri di Margherita di Savoia, unitamente ai militari della Sezione Operativa della Compagnia di Cerignola, hanno arrestato...

Cerignola, i 115 lavoratori di Tekra proclamano sciopero per il 14 luglio

“Oggi abbiamo proclamato lo sciopero dei 115 lavoratori della TEKRA, società alla quale il Comune di Cerignola ha affidato i servizi relativi alla raccolta...

Oggi tre casi di Covid-19 in Puglia, nessuna variazione nella Capitanata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi venerdì...

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata la pena) Sebastian Ganci, 41 anni,...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata...

Scoperta piantagione di cannabis a ridosso del fiume Ofanto: due arresti dei carabinieri

Alcuni giorni fa, i militari della Stazione Carabinieri di Margherita di Savoia, unitamente ai militari della Sezione Operativa della...

Altri tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia, provincia di Foggia non interessata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito...