pub_728_90
Sportweb

26 anni fa diventava sindaco Salvatore Tatarella. Cosa resta di quella Cerignola?

i più letti

Cerignola, fermati in quattro per possesso di moto rubate

Alcuni giorni fa una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree...

Cerignola, incandidabilità di Sindaco & Co. Udienza fissata martedì 21

Dopo lo scioglimento del consiglio comunale e il commissariamento, cominciano a vedersi le prime conseguenze, i primi strascichi del...

In centinaia alla marcia per la pace. Mons. Renna: «Il cammino non si ferma. Da oggi inizia un nuovo percorso»

Una folla giovane, allegra e colorata ha invaso le vie di Cerignola ieri pomeriggio prendendo parte alla marcia per...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

Data storica il 5 dicembre per Cerignola, data che riporta la mente al 1993, quando Cerignola abdicò alla sua tradizione comunista per eleggere Salvatore Tatarella, primo Sindaco missino della comunità ofantina. Il 5 dicembre del 2014 proprio l’ex-Sindaco scomparso nel 2017 ritornò a parlare in una lettera aperta di quel giorno e dei giorni che seguirono. Due anni prima un incontro celebrativo con al tavolo Franco Metta, Tatarella e Rino Pezzano.

Oggi a ricordare quella stagione è Fabrizio Tatarella, già consigliere comunale nella maggioranza di Salvatore. «Il 5 dicembre 1993 – scrive il primogenito – è stata la notte più bella della destra italiana, una “notte magica”, lunga, sicuramente la più bella per mio Padre che, contro ogni pronostico, vinceva nella città più rossa d’Italia, la Cerignola di Di Vittorio. Un risultato incredibile tanto da richiamare la Cnn e la Bbc perchè Salvatore Tatarella vinceva con il MSI. Due settimane prima il Msi superò il 30% non solo a Cerignola, ma a Roma, Napoli, Latina, Chieti, Benevento e in molte altre città. Nasceva la destra di governo su intuizione di Pinuccio Tatarella. Grazie ad An in tanti sono diventati Ministri, sottosegretari, parlamentari, consiglieri regionali, provinciali, comunali, sindaci. Senza quella notte non sarebbe nata politicamente una generazione, senza quelle vittorie tanti ancora oggi non sarebbero parlamentari, consiglieri regionali e comunali. La storia va raccontata tutta, senza rimozioni di simboli e persone. La storia siamo noi, lo dobbiamo ai nostri padri. Solo chi ha amato i propri padri non può cancellare una storia che appartiene a tutti e che tutti abbiamo il dovere di tramandare a chi verrà dopo di noi. La speranza ci è prestata dai nostri padri per essere donata ai nostri figli».

Dopo 26 anni, il 5 dicembre 2019, Cerignola si ritrova commissariata per infiltrazioni mafiose, gravata da un’onda giunta con l’amministrazione guidata da Franco Metta. Proprio l’ex Sindaco fu personale amico di Tatarella e in più di in occasione ha riferito di prendere a modello gli anni di Tatarella. Chissà cosa direbbe oggi Salvatore, il cui rapporto con Metta dal 2009 in poi risultò a fasi alterne idilliaco e conflittuale al tempo stesso. In fondo negli anni d’oro della destra a Cerignola Metta non ebbe mai un ruolo politico chiave, a differenza di Mimmo Farina e Roberto Ruocco, salvo poi dopo quindici anni riproporsi civico.

Gli anni di Tatarella, costellati come ovvio di successi e di sconfitte, cominciavano ventisei anni fa probabilmente con importanti auspici, poi disattesi dal declino del centrodestra. Non si pensava che sarebbe terminata in fretta la stagione della destra di governo tanto in Italia quanto a Cerignola. Non si immaginava che dopo due processi (“Cartagine” e “Cartagine Bis”) potesse Cerignola ritornare agli onori delle cronache nazionali per mafia.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Polveri bagnate per l’Audace Cerignola, finisce senza reti col Grumentum

Un roccioso Grumentum blocca sullo 0-0 un Audace Cerignola che non sa approfittare di una mezzora abbondante in superiorità...

Cerignola, fermati in quattro per possesso di moto rubate

Alcuni giorni fa una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree rurali e periferiche della città...

In centinaia alla marcia per la pace. Mons. Renna: «Il cammino non si ferma. Da oggi inizia un nuovo percorso»

Una folla giovane, allegra e colorata ha invaso le vie di Cerignola ieri pomeriggio prendendo parte alla marcia per la pace che ha sfilato...

Travolta l’Orsacuti 3-0, per la Brio Lingerie Pallavolo Cerignola ottimo viatico verso Melendugno

Termina con la netta vittoria per 3-0 della Brio Lingerie Pallavolo Cerignola la sfida del PalaDileo valevole per la 12^ giornata del campionato di...

Cerignola, incandidabilità di Sindaco & Co. Udienza fissata martedì 21

Dopo lo scioglimento del consiglio comunale e il commissariamento, cominciano a vedersi le prime conseguenze, i primi strascichi del provvedimento che dallo scorso 14...