Sportweb
pub_728_90

I dubbi di Amiu Trani su SIA. Pd: «Siamo preoccupati, occorre individuare percorsi alternativi»

i più letti

Tg1 a Cerignola per Sara Ciafardoni: la storia della “lettrice sognatrice” in Rai

Con la passione per i libri e la voglia di parlare al mondo partendo dalla sua camera, Sara Ciafardoni...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura...

“Apprendiamo con preoccupazione le notizie provenienti da Trani che lasciano presagire un possibile disimpegno da parte di AMIU Trani nonostante un primo interesse manifestato per la gestione della raccolta, del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani nel nostro territorio”. È così che il Partito Democratico commenta un eventuale ritiro di AMIU Trani dal servizio di trattamento dei rifiuti della Città di Cerignola.

“Pur consapevole delle enormi problematiche ereditate dalla fallimentare gestione amministrativa del decaduto sindaco Metta nella sua qualità di presidente del Consorzio, il PD ritiene che sia urgente, prima delle imminenti festività natalizie, che la Commissione Prefettizia insediatasi in Cerignola individui, insieme agli uffici regionali AGER, percorsi alternativi di risoluzione. È indispensabile – sottolinea il PD di Cerignola – che tali percorsi privilegino una gestione pubblica del servizio, in modo da scongiurare affidamenti precari e provvisori e, di conseguenza, evitare l’insorgenza di emergenze ambientali che avrebbero possibili e preoccupanti ricadute occupazionali”.

“Il PD di Cerignola ha più volte ribadito che la salvaguardia dei posti di lavoro è l’obiettivo primario della propria azione politica e continuerà ad esserlo fino a quando l’emergenza occupazionale che coinvolge i lavoratori ex SIA non sarà definitivamente risolta. Ciò che occorre scongiurare a qualsiasi costo – si conclude – è la cessione di rami d’azienda che andrebbe a ripercuotersi inevitabilmente sui lavoratori e sulla qualità del servizio. Una qualità del servizio che era la principale caratteristica di SIA prima della scellerata gestione dell’ex Presidente del Consorzio e decaduto sindaco Metta, il quale pare tutt’altro che intenzionato ad assumersi le proprie responsabilità davanti alla comunità per il disastro compiuto”.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

«Mafia foggiana emula la ‘ndrangheta». Ecco la relazione della DIA sulla Capitanata

Un «contesto ambientale omertoso e violento», dovuto al legame dei gruppi criminali con il territorio, ai rapporti familistici dei...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dalla...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura di prevenzione del Divieto di...

Ostacolo Altino per l’Ares Flv Cerignola, la Brio Lingerie riceve l’Orsacuti

Dodicesima giornata dei principali tornei di volley con sfide da non fallire per le due formazioni cerignolane: trasferta in Abruzzo per l'Ares Flv, impegno...

Dal 15 febbraio attiva a Foggia una sezione operativa della Dia

La Direzione investigativa antimafia ha comunicato che darà corso alle procedure per istituire una sezione operativa della Dia a Foggia, alle dirette dipendenze del...