Sportweb
pub_728_90

Un Presepe che racconta il lutto dell’umanità. A Palazzo Dogana il manufatto del Liceo Artistico di Cerignola

i più letti

Tg1 a Cerignola per Sara Ciafardoni: la storia della “lettrice sognatrice” in Rai

Con la passione per i libri e la voglia di parlare al mondo partendo dalla sua camera, Sara Ciafardoni...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

Un’opera che fa pensare e riflettere su quello che sta accadendo dall’altra parte del Mediterraneo. Si tratta del “presepe nero” del Liceo Artistico “Zingarelli – Sacro Cuore” di Cerignola, in esposizione a partire dalle 17.00 di oggi nel cortile di Palazzo Dogana a Foggia per tutte le festività natalizie.

Un progetto nato a seguito di un concorso indetto dalla Provincia, con l’idea della professoressa Lucia Grosso. Il lavoro è stato realizzato dagli alunni delle classi 3 e 4 B e 5 A, col supporto delle docenti Pinto, Fasinella, Chieti, Scommegna, e gli assistenti Cipollino e  Giallella. Un’opera che vuole calare il Santo Natale nell’attualità e vestirlo con le immagini che arrivano dai territori di guerra, dalla Siria. Figure in nero, a rappresentare il lutto dell’umanità e immagini (su sagome) della guerra. In dono c’è l’acqua, bene prezioso. E dalle pietre nasce un germoglio, la speranza.

«E’ stata un’opera molto apprezzata e per questo dico grazie ai docenti e agli alunni che hanno saputo leggere ed interpretare la realtà in modo originale – ha detto la dirigente scolastica Giuliana Colucci -. L’attualità è al centro, si vede ciò che quotidianamente vediamo attraverso i telegiornali. Consiglio a tutti di vederlo perché è davvero un momento di riflessione». Un prodotto realizzato con materiali di riciclo, totalmente plastic-free, fuori dagli schemi. L’ennesima sfida per l’istituto? «Certo, l’ennesima sfida. Ci piace sperimentare, lavorare su progetti importanti, dare una precisa identità al nostro istituto» commenta la Colucci, che aggiunge: «non è stato per nulla semplice, non c’era molto tempo e gli alunni, supportati dai docenti, ci hanno davvero messo molto impegno. Sono felice del risultato e ringrazio il presidente della provincia Gatta per averci coinvolto in questa bella iniziativa».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

«Mafia foggiana emula la ‘ndrangheta». Ecco la relazione della DIA sulla Capitanata

Un «contesto ambientale omertoso e violento», dovuto al legame dei gruppi criminali con il territorio, ai rapporti familistici dei...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dalla...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura di prevenzione del Divieto di...

Ostacolo Altino per l’Ares Flv Cerignola, la Brio Lingerie riceve l’Orsacuti

Dodicesima giornata dei principali tornei di volley con sfide da non fallire per le due formazioni cerignolane: trasferta in Abruzzo per l'Ares Flv, impegno...

Dal 15 febbraio attiva a Foggia una sezione operativa della Dia

La Direzione investigativa antimafia ha comunicato che darà corso alle procedure per istituire una sezione operativa della Dia a Foggia, alle dirette dipendenze del...