More

    HomeEvidenzaAd un soffio dai playoff, la Cannone Libera Virtus conclude la stagione...

    Ad un soffio dai playoff, la Cannone Libera Virtus conclude la stagione battendo Modica

    Il quoziente vittorie manda agli spareggi promozione la Fiamma Torrese: un torneo impeccabile delle gialloblu che ripartiranno da coach Breviglieri

    Pubblicato il

    Al pala “Dileo”, la Cannone Libera Virtus conclude la stagione superando 3-1 la Crai Radenza Modica (25-14; 25-23; 24-26; 25-19 i parziali): le ofantine finiscono a pari punti con la Fiamma Torrese, ma le campane accedono ai playoff in virtù di una vittoria in più riportata. E’ stata una serata emozionante, iniziata con l’omaggio della società alla laterale Valentina Montenegro, all’ultima esibizione agonistica della carriera: la giocatrice classe ’87 nelle ultime due stagioni è stata uno dei pilastri della società dauna. Coach Breviglieri ha schierato il 6+1 composto da: Angelelli in regia e Mauriello sulla diagonale; Martilotti e Montenegro di banda; Neriotti e Cesario centrali, più Pisano libero. Scavino ha mandato in campo: Brioli al palleggio e Scirè fuorimano; Ferro e Tomaselli martelli; Vujko e Pirrone sottorete e Ferrantello in difesa. E’ 5-1 Libera Virtus in apertura (due muri Neriotti), le ofantine restano a condurre senza dare l’impressione di forzare oltremodo (12-6): Modica cerca di rientrare, piazzando un mini break di tre punti, Martilotti e Cesario respingono l’assalto (16-9). Mauriello doppia le distanze (18-9), Cerignola in scioltezza superiore in tutti i fondamentali: un servizio fuori misura di Sciré archivia il primo set.

    Due cambi per le sicule (Gatta e Gervasi) al rientro in campo: Sciré porta avanti le ospiti per la prima volta e a seguire ecco il break (4-6). Crai Radenza più in palla, Cannone un po’ distratta: un doppio ace di Angelelli per l’aggancio a quota 8, capitan Martilotti sorpassa (11-10), solo che le indecisioni in difesa consentono alle ragusane di tornare sotto. Ancora Martilotti dai nove metri ed è 16-13, ma accorciano ancora le avversarie e Ferro mette giù il punto del 20-20. Facendola per Martilotti, scatto virtussino (23-20), Cesario regala il set point ma serve Martilotti per acquisire il doppio vantaggio. Nel terzo periodo Modica parte con uno 0-3, Neriotti rimette le cose a posto e Angelelli a muro fa 6-4, Sciré dall’altra parte si carica il peso dell’attacco. Si procede punto a punto, rossoblu di misura sul 9-11: una mobilissima Cesario pareggia (12-12), Mauriello manda il punteggio sul 15-14; fase altamente intensa, un pizzico di fortuna aiuta Martilotti, poi ace Mauriello (17-15). Difese impegnate a lungo con scambi prolungati, ace Tomaselli e la frazione si risolve in volata: Neriotti felpata per la possibile chiusura del match, Scirè annulla e si va ai vantaggi, in cui Modica ha la meglio.

    Quattro punti consecutivi per Martilotti, la formazione di Scavino lotta ma è 5-2: Scirè ricuce da par suo e si passa sul 5-7, le gialloblu rispondono immediatamente. Il match è equilibrato e resta aperto ad ogni scenario (11-9): Mauriello esibisce tutta la sua potenza, la solita Scirè è immarcabile (14-13). C’è Minervini a gestire il gioco fra le padrone di casa, Cesario-Mauriello timbrano per il 15-13: ancora parità a 16, Tomaselli mette la freccia con un servizio vincente, fast Neriotti per il controsorpasso. Cerignolane a +4 (21-17), Modica pare non averne più, così un attacco out ospite garantisce il successo. Seguono minuti di attesa per seguire l’andamento della sfida della Fiamma Torrese, che alla fine prevale al tie break su Lamezia: spareggi promozione sfumati, ma non si intacca la festa di una stagione assai positiva.

    Obiettivo di un torneo meno sofferto del precedentemente centrato da tempo, playoff sfiorati davvero per un’inezia: decisamente alto il giudizio della Cannone Libera Virtus che ripartirà da mister Breviglieri e da una solida base che, magari, il prossimo anno proverà ad inserirsi maggiormente nella lotta al vertice.

    Ecco il tabellino della Cannone Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

    Angelelli 4, Mauriello 16, Martilotti 22, Montenegro 9, Neriotti 9, Cesario 14, Facendola, Minervini, Pisano (libero).

    CLASSIFICA FINALE GIRONE D 

    Giòvolley Aprilia 57; Luvo Barattoli Arzano 44; Cmo Fiamma Torrese, Cannone Libera Virtus Cerignola 41; Crai Radenza Modica 35; Europea 92 Isernia 34; Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma, Assitec 2000 Sant’Elia 30; Expert Volley Palmi, Santa Teresa di Riva 23; Ferraro Lamezia 22; Pvg Bari 16.