More

    HomeNotizieProvinciaCelebrato a Foggia il 205° anniversario della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri

    Celebrato a Foggia il 205° anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri

    Il riepilogo delle attività, il discorso del Comandante provinciale Aquilio, l'elenco dei premiati

    Pubblicato il

    Nella mattinata odierna, all’interno della caserma intitolata al Brigadiere Alfredo Guglielmi, decorato alla memoria con la Medaglia d’Argento al Valore Militare, sede del Comando Provinciale di Foggia, i Carabinieri hanno celebrato il 205° anniversario della fondazione dell’Arma. La Benemerita, sempre puntualmente aggiornata nella propria modulazione ordinamentale e di formazione alle nuove esigenze operative, continua a rappresentare l’identità nazionale e a costituire il fondamentale baluardo di vicinanza alle esigenze della gente, in Italia e nelle missioni internazionali all’estero. Alla cerimonia hanno presenziato le massime Autorità civili, militari e religiose della provincia. Dopo la rassegna dello schieramento, composto da un plotone di Carabinieri dall’Arma territoriale in Grande Uniforme Speciale, uno formato dai Comandanti delle Stazioni e uno dagli appartenenti ai Reparti Speciali presenti in tutta la provincia, il Comandante Provinciale, Colonnello Marco Aquilio, ha reso gli onori ai Caduti e, dopo aver commemorato la ricorrenza, ha consegnato le ricompense ai militari che si sono maggiormente distinti in operazioni di servizio, sia di natura investigativa che di soccorso pubblico. Il Comando Provinciale di Foggia è strutturato su sette Comandi di Compagnia, Foggia, Cerignola, Manfredonia, San Severo, Lucera, San Giovanni Rotondo e Vico del Gargano, da cui dipendono la Tenenza di Vieste e 57 Comandi di Stazione, con una forza complessiva di quasi mille Carabinieri, oltre al comparto dell’Organizzazione per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare, forte di un Comando di Gruppo, con 16 Stazioni, un coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente, con altre 8 Stazioni, e un Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità, con 3 Posti Fissi. Dal settembre dello scorso anno, inoltre, nel cuore del Gargano è presente lo Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori Puglia, punta di diamante dell’Arma nelle regioni maggiormente impegnate nella lotta alla criminalità organizzata di stampo mafioso. Un’altra componente di elite, per l’aspetto investigativo, è rappresentata dalla Nucleo Anticrimine del ROS, anch’essa di recente costituzione a Foggia.

    Nelle numerose operazioni di servizio condotte nel corso degli ultimi dodici mesi, in totale sinergia con tutte le altre Forze dell’Ordine, l’Arma di Foggia si è impegnata per mantenere alti, vivi e forti i principi di libertà, giustizia e rispetto delle regole del vivere civile, operando in un contesto sociale particolarmente sensibile al ripristino dei valori di legalità e sicurezza. Concetto di sicurezza che viene applicato nella sua accezione moderna, che tiene conto di fattori che caratterizzano una migliore qualità della vita nel suo complesso. Oltre a ciò, sono state numerosissime le attività svolte nel contrasto alla coltivazione e al traffico di sostanze stupefacenti, quelle finalizzate a reprimere il fenomeno del traffico delle parti di autovetture rubate, contro le violenze “di genere” o ai danni delle fasce deboli, e contro ogni forma di violenza, sopruso e ingiustizia. Gli importanti successi raggiunti, ricordati anche dal Comandante Provinciale nel proprio discorso, sono il frutto del quotidiano, silenzioso impegno di tutti i Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia, e testimoniano la piena e attuale idoneità del modello organizzativo che rimane incentrato sull’irrinunciabile strumento della Stazione Carabinieri, interlocutrice diretta con il territorio, vera e propria fonte di “rassicurazione sociale” e prezioso “patrimonio” delle comunità.

    RIEPILOGO DELL’ATTIVITÀ OPERATIVA

    REATI

    PERIODO DI RIFERIMENTO
    01.01/31.05.2018 01.01/31.05.2019
    OMICIDI VOLONTARI CONSUMATI 4 5
    OMICIDI TENTATI 13 7
    LESIONI DOLOSE 360 275
    PERCOSSE 63 35
    MINACCE 485 369
    FURTI 5630 5121
    RAPINE 156 116
    ESTORSIONI 88 57
    USURA 2 1
    ASSOCIAZIONE DI TIPO MAFIOSO 0 2
    INCENDI 33 30
    DANNEGGIAMENTI 1104 868
    DANNEGGIAMENTI SEGUITI DA INCENDIO 140 111
    STUPEFACENTI 212 118
    ALTRI DELITTI 2180 1490

    ATTIVITÀ DI CONTRASTO

    PERIODO DI RIFERIMENTO
    01.01/31.05.2018 01.01/31.05.2019
    PERSONE ARRESTATE 670 520
    PERSONE DENUNCIATE 2090 1800
    STUPEFACENTI SEQUESTRATI

    (in chilogrammi)

    88,396 11,75
    ARMI SEQUESTRATE 235 139

    IL DISCORSO DEL COMANDANTE PROVINCIALE MARCO AQUILIO

    Autorità religiose, Autorità civili, Autorità militari, gentili ospiti e cari amici, la Vostra preziosa presenza qui con noi è, ancora una volta, testimonianza dell’inossidabile affetto di cui gode la l’Arma dei Carabinieri a 205 anni dalla sua istituzione. E’ anche per questo che, con animo colmo di gratitudine, Vi porgo un cordiale saluto e un sentito benvenuto a nome mio personale e di tutti i Carabinieri che operano in questo territorio. Davanti a Voi ne vedete una contenuta rappresentanza perché mentre sto parlando, anche oggi come tutti i giorni, essi fanno si che non venga meno l’impegno per garantire la sicurezza del prossimo. A loro la mia, e mi permetto di dire  la nostra, gratitudine. Rendo omaggio al gonfalone della Città di Foggia, insignito di medaglia d’oro al valor militare e civile, a quello della Provincia di Foggia, ai labari dell’Associazione Nazionale Carabinieri, dell’Associazione Forestale, dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra e dell’Istituto Nastro Azzurro. Saluto i colleghi non più in servizio attivo dell’Associazione Nazionale Carabinieri e quelli della rappresentanza militare, sempre estremamente corretti e generosi di suggerimenti preziosi per rendere l’azione di comando vicina alle esigenze dei militari. Ma con grande commozione voglio innanzitutto celebrare il ricordo dei Carabinieri che purtroppo da qualche mese non sono più fisicamente tra n