More

    HomeEvidenzaFenice-Lucera vale una grossa fetta di salvezza, Libera Virtus e Pallavolo Cerignola...

    Fenice-Lucera vale una grossa fetta di salvezza, Libera Virtus e Pallavolo Cerignola in trasferta

    Gialloblu ad Isernia per inseguire i playoff, fucsia a Monte San Giusto per non sprofondare

    Pubblicato il

    Ventitreesima giornata e quartultimo turno della stagione per i maggiori campionati di volley: sarà un weekend sostanzialmente decisivo per le tre formazioni cerignolane impegnate, che puntano a diversi obiettivi. Solo La Fenice giocherà in casa, mentre Libera Virtus e Pallavolo Cerignola saranno in trasferta. Nel girone E della B maschile, la Vini Errico ospita domenica al pala “Dileo” (ore 18) la Diesse Group Lucera, nella sfida che può valere una intera stagione. I ragazzi di Pino Tauro dovranno necessariamente vincere, per tenere vive le speranze di salvezza: rossoneri battuti 3-1 nel precedente turno dalla capolista Gibam Fano ma tenendo splendidamente il campo e facendo soffrire i marchigiani. Purtroppo, è mancata un po’ di fortuna per impedire di tornare a mani vuote e muovere la classifica, così la distanza dalla terzultima piazza è salita a quattro lunghezze. Ciò proprio a causa della vittoria dei lucerini contro Pineto, portando la Diesse Group a quota 20, contro i 16 dei “diavoli rossi”. Non sta mancando di certo la volontà alla Fenice, nelle ultime settimane davvero battagliera e determinata su ogni palla: la squadra ci crede e fin quando ne avrà la possibilità, continuerà a perseguire il traguardo. La società è unita e ha chiamato a raccolta i suoi tifosi, sempre presenti e clamorosi, per un derby provinciale sentito e caldissimo con una posta in palio indubbiamente altissima. Gli svevi attraversano un periodo particolarmente proficuo: con tre successi nelle ultime quattro giornate, è stata data una grossa impennata alle quotazioni di permanenza. Come si legge dai profili social de La Fenice, ci si giocheranno tutte le fiches per un solo, unico risultato a disposizione.

    Nel girone D di B1 femminile, trasferta ad Isernia domani (ore 18.30) per la Cannone Libera Virtus, in un altro crocevia per puntare ai playoff. Le ragazze allenate da Marco Breviglieri, pur sconfitte in casa domenica scorsa al tie break dalla Fiamma Torrese, hanno evidenziato quella solidità che era mancata a Sant’Elia. L’approdo alla fase degli spareggi promozione non dipende però solo dalle gialloblu, le quali devono anche approfittare delle battute d’arresto delle concorrenti. E’ palese che prima di tutto Cesario e compagne debbano fare la loro parte, riuscendo ad effettuare il blitz in Molise e poi aspettare notizie dagli altri campi. L’Europea 92 Isernia è tranquilla al sesto posto in graduatoria e con 28 punti all’attivo: salvezza ormai archiviata da tempo mentre per i playoff e con un turno di riposo da osservare le percentuali sono praticamente minime. Purtuttavia, le pentre cercheranno di sgambettare le ofantine e togliersi una soddisfazione davanti al proprio pubblico. Capitanate dall’ex Carlozzi, la giocatrici di Montemurro non sono un avversario materasso: servirà la Libera Virtus dei giorni migliori per centrare un blitz che terrebbe ancora aperta la porta del terzo posto in classifica.

    Secondo viaggio consecutivo nelle Marche per la Brio Lingerie Pallavolo Cerignola, che ha l’imperativo categorico di ravvivare la fioca luce della lanterna utile a evitare la serie C. Dopo il ko di Jesi, sulla strada del team guidato da Michele Drago ci sarà l’Italiana Pellami Monte San Giusto, altra compagine che è in lotta per preservare il posto nella quarta serie nazionale. In fondo al raggruppamento con 15 punti, le fucsia hanno bisogno di un autentico miracolo per risalire la china e riuscire nell’intento: a quattro turni dalla chiusura della regular season, sei punti da recuperare sono abbastanza, considerando anche il proibitivo impegno con Castellana Grotte dell’ultimo turno. Monte San Giusto ha invece totalizzato 18 punti e le chance sono nettamente migliori rispetto alla Pallavolo Cerignola: battuto da Recanati, pure per il sodalizio maceratese si tratta di una delle ultime chiamate per non retrocedere. Un confronto in cui la paura di perdere e il tatticismo potrebbero farla da padrone, la Brio Lingerie deve trovare una incisività esterna che in questa stagione è mancata del tutto, eccetto l’unica gioia di Giulianova, all’inizio del girone di ritorno. Domani sera alle 21 ogni pallone peserà il triplo: l’impresa è ardua, l’importante però è crederci non rassegnandosi a priori.