More

    HomeNotizieAttualitàIl gruppo scout Cerignola 2 indice una raccolta fondi per piantare alberi...

    Il gruppo scout Cerignola 2 indice una raccolta fondi per piantare alberi in città

    L'iniziativa nasce per dotare di un polmone verde il terreno adiacente la parrocchia di San Trifone alle Fornaci

    Pubblicato il

    C’è un modo semplice ed economico per migliorare il proprio territorio: piantare alberi. Oltre ad essere belli e a rendere più gradevoli i nostri centri abitati, ci regalano infatti della preziosa aria pulita. Gli alberi abbelliscono le nostre città ma hanno anche il compito fondamentale di fornirci aria fresca e pulita che, come sappiamo, è qualcosa di cui abbiamo estremamente bisogno visti i picchi di inquinamento raggiunti negli ultimi anni soprattutto nei grandi centri abitati.

    Nasce dal “Gruppo Scout Cerignola 2” l’idea di piantare degli alberi nel terreno adiacente la Chiesa di San Trifone sita in zona Fornaci a Cerignola. L’iniziativa – spiega la capogruppo Mariantonietta Merlicco – nasce già un po’ di tempo fa, un’idea che si è concretizzata solo dopo qualche mese e ha tra le motivazioni principali quella di rendere quell’area periferica, abbandonata e trascurata per lungo tempo, un terreno ricco di verde, restituendo così agli abitanti della zona e non solo una piccola area verde di cui prendersi costantemente cura. L’obiettivo è quello di piantare il maggior numero di alberi possibile ma per farlo non basta autofinanziarsi, ma c’è bisogno dell’aiuto e della collaborazione di tutti i cittadini, affinchè questo progetto possa raggiungere in breve tempo la sua piena realizzazione. E’ attiva infatti una raccolta fondi tramite Facebook alla quale può partecipare ogni singolo cittadino anche solo con una piccola donazione.

    “Questa attività – dichiara la capogruppo – è una richiesta partita dai ragazzi e anche la stessa raccolta fondi rientra nelle attività scout. Molte sono le persone che fino ad oggi si sono fatte avanti con la volontà di aiutarci e questo ci rende sempre più convinti e sicuri della scelta fatta. E’ un progetto che richiederà tempo e pazienza, ma siamo certi che con l’aiuto dei cittadini riusciremo a realizzare questo progetto”.