More

    HomeSportCalcioLoiodice-Lattanzio-Longo: il Cerignola serve un tris al Picerno e resta secondo

    Loiodice-Lattanzio-Longo: il Cerignola serve un tris al Picerno e resta secondo

    Domenica prossima a Francavilla in Sinni la chiusura della regular season

    Pubblicato il

    Il Cerignola supera 3-1 al “Monterisi” il Picerno, centrando l’obiettivo di mantenere imbattuto il proprio campo nella stagione regolare e conservando la seconda piazza prima dell’ultima giornata. Grosse variazioni in entrambe le formazioni, schierate specularmente col 3-5-2: Bitetto manda in campo Cascione, Allegrini e Alessio Esposito, robusta turnazione per Giacomarro che lascia in panca Coletta, Emmanuele Esposito, Santaniello e Vanacore; in attacco Tedesco e Camara. La partenza sorride agli ofantini: la conclusione di Longo è poca cosa per Fusco, ma all’11’ il match si sblocca. Traversone dalla sinistra, intervengono Cascione prima e Longo poi, in mischia risolve Loiodice giunto alla quattordicesima realizzazione in campionato. L’Audace sfiora il bis al 16′: rapidissima ripartenza con Loiodice che serve in campo aperto Di Cecco, il quale si presenta davanti a Fusco col portiere ospite bravo a restare in piedi fino all’ultimo e a sventare la minaccia. I padroni di casa sembrano gestire con particolare sicurezza, invece pian piano il Picerno sale di tono ed occupa meglio il campo. Al 27′ la botta perentoria di Camara termina non distante dal bersaglio grosso, risultando il preludio al pareggio. Minuto 29, azione manovrata dei rossoblu sviluppatasi sulla sinistra, Agresta suggerisce per Kosovan che con una soluzione incrociata imprendibile supera Abagnale. Nel finale altre due vistose pallegol, una per parte: clamoroso il palo di testa di Lattanzio su cross di Tedone, Agresta su appoggio di Camara manda la sfera di un soffio a lato. Si va all’intervallo con una rete per parte, sostanzialmente giusto per quanto la sfida ha espresso.

    Subito arrembante l’undici di Bitetto in avvio di secondo tempo: tiraccio alle stelle di Longo da ottima posizione, Loiodice manca la doppietta raccogliendo una corta respinta ospite con pallone alto, poi il destro liftato del numero dieci cerca l’incrocio dei pali ma non lo trova. Segue un diagonale insidiosissimo di Lattanzio servito da Esposito che lambisce il palo alla sinistra di Fusco, poi al 57′ il centravanti cerca e trova con caparbietà assoluta il nuovo vantaggio. Su invito di Longo, la punta scivola appena entrata in area restando col pallone a disposizione: si rialza, spostamento sul sinistro e diagonale vincente (diciassettesima gioia personale). I melandrini non restano a guardare, anzi è Agresta ad imprecare alla sfortuna al 66′, quando la parabola mancina del centrocampista scavalca Abagnale, sbatte sulla parte inferiore della traversa e rimbalza al di qua della linea bianca. Praticamente sul capovolgimento di fronte, i gialloblu archiviano la pratica: Longo si inserisce dopo un contrasto al limite dell’area, sinistro immediato nel sette a trafiggere Fusco per la terza volta. Ultimo quarto di gara col pilota automatico inserito per il Cerignola, lucani distratti: si completano gli avvicendamenti a disposizione per le due compagini, da segnalare solo un paio di opportunità consecutive per Lattanzio al 74′. Prima si inserisce su una leggerezza in retropassaggio di Ligorio con Fusco a respingere col petto, a seguire non riesce a colpire braccato dai difensori.

    Si chiude così con gli applausi del pubblico di fede ofantina: il Picerno interrompe la sua striscia positiva dopo ben ventisei turni, ma è un ko indolore. A Francavilla in Sinni domenica prossima, Abruzzese e soci dovranno confermare il secondo posto, fattore di massima importanza in chiave playoff.

    Questo slideshow richiede JavaScript.