Sportweb
pub_728_90

Inchiesta “Nettuno”: torna in libertà Sassanelli, difeso da due legali cerignolani

i più letti

Tg1 a Cerignola per Sara Ciafardoni: la storia della “lettrice sognatrice” in Rai

Con la passione per i libri e la voglia di parlare al mondo partendo dalla sua camera, Sara Ciafardoni...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura...

Revocati i domiciliari che sono stati sostituiti con la sospensione per un anno dal servizio, è tornato libero il maresciallo in servizio alla Capitaneria di porto di Manfredonia Michele Sassanelli, 45 anni, originario di Bari e residente nel centro sipontino. È coinvolto nell’inchiesta «Nettuno» di Capitaneria e Procura foggiana su presunti favoritismi che conta complessivamente 23 indagati tra personale della Capitaneria e privati cittadini, per fatti della scorsa estate.

Sassanelli, difeso dagli avvocati cerignolani Carmela Caputo e Nazareno Scalzo è stato rimesso in liberà, revocando i domiciliari e disponendo la sospensione dal servizio per un anno, dai tre giudici del Tribunale della libertà di Bari che hanno parzialmente accolto la richiesta della difesa. Il maresciallo Sassanelli fu arrestato in occasione del blitz dello scorso 14 dicembre contrassegnato dall’emissione di 4 ordinanze cautelari da parte del gip di Foggia (arresti domiciliari per due sottufficiali della Capitaneria: sospensione per 1 anno di due colleghi). Interrogato dal giudice, si avvalse della facoltà di non rispondere.

L’inchiesta «Nettuno» riguarda presunti favoritismi nei confronti di proprietari di barche, sconti su multe a imbarcazioni e pescherecci, facilitazione per ormeggi, rivelazione di notizie coperte dal segreto su ispezioni a campione. Sono 22 le imputazioni contestate a vario titolo dai pm ai 23 indagati dell’inchiesta. La Procura chiese al gip l’emissione di 17 misure cautelari: carcere per 2 indagati (tra cui Sassanelli); arresti domiciliari per altri 7; sospensione dal servizio per 7; obbligo di dimora per 1 donna. Il gip dispose invece gli arresti domiciliari per 2 sospettati e la sospensione per altri 2.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

«Mafia foggiana emula la ‘ndrangheta». Ecco la relazione della DIA sulla Capitanata

Un «contesto ambientale omertoso e violento», dovuto al legame dei gruppi criminali con il territorio, ai rapporti familistici dei...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dalla...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura di prevenzione del Divieto di...

Ostacolo Altino per l’Ares Flv Cerignola, la Brio Lingerie riceve l’Orsacuti

Dodicesima giornata dei principali tornei di volley con sfide da non fallire per le due formazioni cerignolane: trasferta in Abruzzo per l'Ares Flv, impegno...

Dal 15 febbraio attiva a Foggia una sezione operativa della Dia

La Direzione investigativa antimafia ha comunicato che darà corso alle procedure per istituire una sezione operativa della Dia a Foggia, alle dirette dipendenze del...