Sportweb
pub_728_90

Audace Cerignola-Fidelis Andria, un altro derby per continuare a volare alto

Gli ofantini inseguono il nono risultato utile di fila contro i biancazzurri, impelagati nella zona playout

i più letti

Cerignola, fermati in quattro per possesso di moto rubate

Alcuni giorni fa una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree...

Cerignola, incandidabilità di Sindaco & Co. Udienza fissata martedì 21

Dopo lo scioglimento del consiglio comunale e il commissariamento, cominciano a vedersi le prime conseguenze, i primi strascichi del...

In centinaia alla marcia per la pace. Mons. Renna: «Il cammino non si ferma. Da oggi inizia un nuovo percorso»

Una folla giovane, allegra e colorata ha invaso le vie di Cerignola ieri pomeriggio prendendo parte alla marcia per...
Emanuele Parlati
Giornalista, laureato in Comunicazione istituzionale e relazioni pubbliche. Corrispondente sport per diversi quotidiani pugliesi

Prima esibizione interna del nuovo anno per l’Audace Cerignola, che ospiterà domani la Fidelis Andria nella 19^ giornata del girone H di serie D. Gli ofantini hanno portato domenica scorsa ad otto la serie di risultati utili consecutivi, violando il “Capozza” di Casarano 1-2: un successo molto pesante che ha permesso di entrare in zona playoff, arrivato al cospetto dei salentini anch’essi in un periodo fecondo e che avevano subito solo una sconfitta interna. Il sempre più decisivo Rodriguez e una autorete per legittimare un predominio costante nella prima frazione di gara, poi il gol rossoazzurro nell’ultimo quarto d’ora e incontro rimasto in bilico fino al triplice fischio, ma con i festeggiamenti dell’Audace. Pur con il conforto assoluto dei risultati, a voler essere puntigliosi l’unico neo è proprio rappresentato dal fatto di subire quel “golletto” che impedisce una gestione serena e un controllo più sicuro di partite che ormai sembrano aver poco da dire. Fra errori dei singoli e alcuni intoppi nella sincronia di linea, fattori che certo possono capitare in novanta minuti, Feola cercherà di limare anche queste imperfezioni per continuare la risalita in classifica. Tant’è che, dall’arrivo del tecnico di Somma Vesuviana, il Cerignola sarebbe primo in compagnia del Sorrento con 20 punti ottenuti in otto giornate, più di alcune compagini adesso meglio piazzate. Un segnale eloquente di come adesso le cose girino per il verso giusto dalle parti del “Monterisi”, fra ritrovate ambizioni e alchimie di squadra centrate.

Per quanto concerne il capitolo formazione, quasi certamente si riproporrà l’undici visto dal 1′ contro il Casarano: per i gialloblu nel mirino la terza affermazione consecutiva, anche se come predica ciascun componente del clan cerignolano ogni gara fa storia a sé e va approcciata con la mentalità opportuna.

Non è certamente una annata secondo le previsioni della vigilia per la Fidelis Andria, al momento impelagata nella griglia playout con 19 punti ed uno score complessivo di cinque vittorie, quattro pareggi e nove sconfitte. A dicembre fra i federiciani si è assistito a una vera e propria rivoluzione tecnica, con il ritorno in panchina di Favarin conclusa la breve parentesi Catalano, e un organico sensibilmente modificato con numerose partenze ed altrettanti arrivi. Fra i nuovi volti, alcuni cavalli di ritorno (gli ex Iannini e Nives, Forte), l’esperienza di Lanzolla in difesa e gli innesti di Yeboah, Sambou e Langone -gli ultimi due visti nel Picerno- per la mediana e l’attacco. Il 2-1 inflitto nel recupero alla Gelbison ha spezzato un periodo nero, in cui i biancazzurri avevano raccolto un solo punto in quattro giornate, grazie alla doppietta del bomber per caso D’Orsi, altra novità invernale. L’Andria dovrà fare a meno del proprio allenatore, di Porcaro, Montemurro e Langone tutti per squalifica: modulo previsto il 3-5-2 e massima cautela nei confronti di una Fidelis che in situazione quasi di emergenza potrebbe raddoppiare le energie pur di portare a casa un risultato positivo.

Nell’ultimo precedente a Cerignola, il match finì 1-1 l’11 novembre 2018, con Foggia che rispose a Cristaldi. Calcio d’inizio alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Campobasso, della sezione di Formia.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Polveri bagnate per l’Audace Cerignola, finisce senza reti col Grumentum

Un roccioso Grumentum blocca sullo 0-0 un Audace Cerignola che non sa approfittare di una mezzora abbondante in superiorità...

Cerignola, fermati in quattro per possesso di moto rubate

Alcuni giorni fa una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree rurali e periferiche della città...

In centinaia alla marcia per la pace. Mons. Renna: «Il cammino non si ferma. Da oggi inizia un nuovo percorso»

Una folla giovane, allegra e colorata ha invaso le vie di Cerignola ieri pomeriggio prendendo parte alla marcia per la pace che ha sfilato...

Travolta l’Orsacuti 3-0, per la Brio Lingerie Pallavolo Cerignola ottimo viatico verso Melendugno

Termina con la netta vittoria per 3-0 della Brio Lingerie Pallavolo Cerignola la sfida del PalaDileo valevole per la 12^ giornata del campionato di...

Cerignola, incandidabilità di Sindaco & Co. Udienza fissata martedì 21

Dopo lo scioglimento del consiglio comunale e il commissariamento, cominciano a vedersi le prime conseguenze, i primi strascichi del provvedimento che dallo scorso 14...