pub_728_90
Sportweb
Pubblicità

E’ in finale a Masterchef la cerignolana Maria Teresa Ceglia

Dal cucinare per coinquilini e amici alla finale di MasterChef Italia. Questo il percorso della cerignolana Maria Teresa Ceglia che ha superato nella serata di ieri anche l’ultimo scoglio accedendo tra i quattro finalisti che giovedì prossimo si contenderanno il titolo di MasterChef italiano (nona edizione).

Consulente finanziaria, sposata da 3 anni, Maria Teresa ha avviato il suo percorso a MasterChef con un piatto fatto da ingredienti tipici pugliesi. L’undicesima puntata di MasterChef Italia 9 si è aperta con un’emozionante Mystery Box che ha visto i nostri cinque migliori cuochi amatoriali cucinare piatti dal grande valore affettivo perché promossi da un proprio caro che ha potuto assistere interamente alla prova. Per Maria Teresa è arrivata la mamma Carla Di Tuccio. «Vedo in questo piatto una ragazza che vuole dimostrare alla mamma cosa ha imparato e vedo pure un messaggio di quanto ti vuole bene» ha commentato lo chef Antonino Cannavacciuolo al tortino di bietole con cuore di stracciatella e provola affumicata presentato da Maria Teresa e madre.

Nicolò più degli altri ha fatto centro, aggiudicandosi il primo posto nella Mystery Box e un importante vantaggio per l’Invention Test nel quale, insieme ai suoi compagni, ha dovuto cucinare stando al passo di chef Barbieri e chef Cannavacciuolo.  Il suo vantaggio è stato poter scegliere quale dei due giudici seguire, ricevendo anche da lui numerosi consigli, e quale giudice far seguire ai propri compagni. Tutti sono riusciti benissimo, convincendo i giudici di meritare tutti e cinque di mettersi alla prova nella cucina di un ristorante pluristellato. Senza eliminare nessuno, i giudici hanno così accompagnato i cuochi amatoriali presso di Pavillon Ledoyen di Yannick Alléno a Parigi. Qui Marisa, vincitrice del precedente Invention Test, ha dovuto assegnare a se stessa e compagni una portata del pluristellato menù di chef Alléno da replicare. Nonotante la sua studiatissima strategia, a vincere l’ultima Esterna della stagione conquistandosi l’accesso diretto alla serata finale è stato Davide. Per gli altri quattro c’è stato un ultimo complicato Pressure Test da superare: al termine della prova, i tre posti rimasti per la finale sono stati assegnati ad Antonio, Marisa e Mara Teresa, decretando quindi l’eliminazione di Nicolò a un passo dalla realizzazione del proprio sogno. Eliminato Nicolò, è Maria Teresa a salvarsi nel ballottaggio finale del ‘pressure test’ che fa accedere i quattro concorrenti all’ultimo capitolo di MasterChef Italia.

Dunque sfida a quattro tra la 31enne consulente finanziaria di Cerignola, residente a Milano; Antonio, art director 43enne di Bassano del Grappa (Vicenza); Davide, 30enne disoccupato triestino; e Marisa, 33enne infermiera di Battipaglia ma da anni a Parma. «Tu hai sempre cercato di sfruttare la tua tecnica e le tue capacità con grande determinazione. Il tuo spirito ti fa accedere alla finale di Masterchef. Prendi la tua casacca». Così Bruno Barbieri annuncia l’accesso alla finale per Mari Teresa e l’aiuta ad indossare la casacca bianca. Adesso appuntamento a giovedì prossimo per il verdetto finale.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Altri tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia, provincia di Foggia non interessata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito...

Scoperta piantagione di cannabis a ridosso del fiume Ofanto: due arresti dei carabinieri

Alcuni giorni fa, i militari della Stazione Carabinieri di Margherita di Savoia, unitamente ai militari della Sezione Operativa della Compagnia di Cerignola, hanno arrestato...

Cerignola, i 115 lavoratori di Tekra proclamano sciopero per il 14 luglio

“Oggi abbiamo proclamato lo sciopero dei 115 lavoratori della TEKRA, società alla quale il Comune di Cerignola ha affidato i servizi relativi alla raccolta...

Oggi tre casi di Covid-19 in Puglia, nessuna variazione nella Capitanata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi venerdì...

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata la pena) Sebastian Ganci, 41 anni,...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata...

Scoperta piantagione di cannabis a ridosso del fiume Ofanto: due arresti dei carabinieri

Alcuni giorni fa, i militari della Stazione Carabinieri di Margherita di Savoia, unitamente ai militari della Sezione Operativa della...

Altri tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia, provincia di Foggia non interessata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito...