pub_728_90
Sportweb
Pubblicità

A maggio calano le bollette? Gli scenari

Le bollette di luce e gas dei clienti in maggior tutela sono destinate a scendere. Lo aveva anticipato il consueto aggiornamento trimestrale dell’Arera (Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente) diffuso a fine marzo, in cui veniva spiegato che nel secondo trimestre i costi dei consumi sarebbero scesi del 18,3% per quanto riguarda l’elettricità e del 13,5% per il gas. Si tratta di dati calcolati su una “famiglia tipo”, quella che in genere ha un consumo medio di energia elettrica di 2700 kilowattora l’anno e una potenza impegnata di 3 kilowatt e 1400 metri cubi annui per il gas. E diventa d’attualità anche un eventuale cambio di gestore.

Riduzione delle tariffe gas, ecco perché

D’altronde è proprio l’Arera a stabilire i prezzi degli idrocarburi nel mercato tutelato, scegliendoli di trimestre in trimestre in modo tale da garantire equità per tutti gli utenti. Queste possono dunque variare all’interno di un range ben delineato e sul web si può trovare un confronto tra le tariffe del gas e dell’energia elettrica che può aiutare a muoversi con maggior precisione e sicurezza. I numeri d’altronde si basano su tante variabili, come le condizioni economiche e contrattuali della distribuzione e del trasporto, il prezzo della loro compravendita e le conseguenti oscillazioni delle quotazioni internazionali.

Spostamenti vietati o nella migliore delle ipotesi limitati, chiusura delle attività non essenziali e riduzione dell’operatività delle filiere produttive hanno condotto verso una discesa in picchiata del prezzo dell’oro nero, un passivo del 60% che ha seguito l’inevitabile abbassamento della domanda per via delle misure restrittive imposte praticamente in tutto il mondo. E a questo c’è da aggiungere la discesa (iniziata già nel primo trimestre 2020) dei prezzi spot del gas naturale, quelli non legati al petrolio e relativi a contratti di durata limitata.

Riduzione tariffe gas, tempo di cambiare? Come leggere la bolletta

Insomma, un buon momento per valutare di cambiare e scegliere di passare interamente al mercato libero nel 2022, cercando la proposta più idonea alle proprie esigenze. Ma come si fa a capire quale sia il gestore giusto barcamenandosi tra tutti quei numeri in bolletta? Occorre prima di tutto imparare a leggerli, dando una particolare attenzione a delle voci in particolare:

  • Spesa per la materia energia o gas naturale. Questa è la più importante, cioè il “prezzo dell’energia” o “prezzo del gas” applicato ai consumi registrati.
  • Spesa per il trasporto dell’energia e gestione del contatore. Questa è la tariffa in cui sono riportati i costi riguardanti lo spostamento dalle centrali alle case e le spese sostenute dal gestore per la lettura e la manutenzione dei contatori.
  • Spesa per oneri di sistema. Sono i costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema gas e non variano in base al fornitore scelto.
  • Imposte. Qui si trovano gli importi per Iva ed eventuali accise.
il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Cinque anni fa si votava per il Sindaco. Alla fine vinsero Metta… e le infiltrazioni mafiose

Cinque anni fa, il 31 maggio 2015, Cerignola era chiamata a scegliere il suo nuovo Sindaco. Ebbe luogo il...

Covid e ristorazione, Didonna: «Non abbiamo subito riaperto, ci siamo reinventati»

Sofferenza conclamata quella del comparto ristorazione, che nonostante la riapertura vede e vedrà ridursi sensibilmente gli introiti a fronte di costi pressoché invariati. «Gran...

Oggi 31 maggio in Puglia quattro casi di Covid-19, due in Capitanata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica...

Domanda di cura inevasa per mesi, ma il Pd plaude all’operato di Piazzolla

«La ripresa graduale delle attività ambulatoriali e ospedaliere del P. O. Giuseppe Tatarella di Cerignola dimostra che, per risolvere le criticità, non serve urlare,...

Revoca Palazzo Fornari, parla l’associazione Fosse Granarie

Non tarda ad arrivare la replica dell'Associazione Fosse Granaria dopo revoca la concessione dell'uso gratuito di Palazzo Fornari. Nello specifico l'azienda precisa: «la nostra...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Video dell’incidente in viale di Ponente

Dopo la cronaca dell'incidente avvenuto lo scorso 24 maggio e il racconto (con scuse) del protagonista, ecco le immagini dell'impatto...

Covid e ristorazione, Didonna: «Non abbiamo subito riaperto, ci siamo reinventati»

Sofferenza conclamata quella del comparto ristorazione, che nonostante la riapertura vede e vedrà ridursi sensibilmente gli introiti a fronte...

Cinque anni fa si votava per il Sindaco. Alla fine vinsero Metta… e le infiltrazioni mafiose

Cinque anni fa, il 31 maggio 2015, Cerignola era chiamata a scegliere il suo nuovo Sindaco. Ebbe luogo il...