More

    HomeNotizieProvinciaAssegnate indennità non dovute ad alcuni medici di base, sequestri e denunce...

    Assegnate indennità non dovute ad alcuni medici di base, sequestri e denunce della GdF

    Pubblicato il

    I Finanzieri del Comando Provinciale di Foggia, all’esito di un’articolata attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo per circa 330 mila euro emesso dal Tribunale del capoluogo dauno, Ufficio dei Giudici per le Indagini Preliminari, nei confronti di un dipendente della ASL Foggia, ritenuto responsabile di truffa a danno del Servizio Sanitario Nazionale. A finire sotto indagine dei finanzieri del Nucleo di polizia economico finanziaria è stato il sistema di assegnazione dei pazienti ai medici di assistenza primaria (cosiddetto medico di famiglia) della ASL Foggia e del connesso pagamento delle quote o indennità spettanti mensilmente al medico di base per ciascun assistito.

    Gli approfondimenti investigativi, partiti da una denuncia della stessa ASL Foggia, hanno permesso di smascherare il comportamento infedele perpetrato da un dipendente dell’Azienda Sanitaria, consistito nell’inserimento nel sistema informatico aziendale denominato “Edotto” di assegnazioni di pazienti ad alcuni medici in date antecedenti a quelle delle scelte effettivamente operate dagli stessi assistiti. Con l’effettuazione delle  suddette registrazioni informatiche irregolari, appunto perché con decorrenza retrodatata, la ASL Foggia è stata indotta in errore nel corrispondere a 6 medici indennità non dovute per diverse mensilità, relative alle annualità 2017 e 2018, per un ammontare complessivo di circa 330 mila euro.

    A conclusione di questa prima fase investigativa la Procura della Repubblica, su proposta degli investigatori, ha chiesto ed ottenuto dal Tribunale di Foggia-Ufficio GIP il sequestro preventivo per equivalente dei beni del dipendente della ASL, ritenuto responsabile della ipotesi di truffa ai danni del SSN, per l’ammontare corrispondente alle indennità pagate ai medici ma non dovute. Il servizio riportato testimonia la perdurante attenzione della Guardia di Finanza nel mettere in campo ogni possibile sforzo per prevenire e reprimere le frodi sanitarie al fine di evitare il drenaggio di risorse pubbliche essenziali e garantire il loro corretto impiego a favore di chi ne ha realmente bisogno.

    Ultimora

    Pallavolo Cerignola, stabilite le avversarie nel girone I di serie B2

    Nella giornata di ieri, la Fipav ha reso nota la composizione dei gironi dei...

    L’Audace Cerignola ringrazia e saluta Malcore e D’Andrea

    Tramite una breve nota pubblicata sui propri canali social, l'Audace Cerignola ha ringraziato Giancarlo...

    Autonomia differenziata, da cinque Regioni può partire l’iter per chiedere il referendum

    Con il via libera della Puglia prende forma il quadro dei cinque consigli regionali...

    Provincia di Foggia: assegnate risorse per il progetto “Capitanata in transizione”

    A quasi 10 milioni di euro ammonta l'assegnazione di risorse finanziarie, sancita dal Decreto...

    Un tassello per la porta dell’Audace Cerignola, preso Stefano Greco

    La S.S. Audace Cerignola S.r.l. comunica di aver acquisito le prestazioni del calciatore Stefano...

    La nuova coppia d’attacco gialloblù è fatta: anche Gagliano firma con il Cerignola

    La S.S. Audace Cerignola s.r.l. comunica di aver acquisito dal Calcio Padova le prestazioni...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Pallavolo Cerignola, stabilite le avversarie nel girone I di serie B2

    Nella giornata di ieri, la Fipav ha reso nota la composizione dei gironi dei...

    L’Audace Cerignola ringrazia e saluta Malcore e D’Andrea

    Tramite una breve nota pubblicata sui propri canali social, l'Audace Cerignola ha ringraziato Giancarlo...

    Autonomia differenziata, da cinque Regioni può partire l’iter per chiedere il referendum

    Con il via libera della Puglia prende forma il quadro dei cinque consigli regionali...