More

    HomeNotiziePoliticaCaso sponsorizzazioni: la Procura chiede l’archiviazione per Metta, adesso palla al GIP

    Caso sponsorizzazioni: la Procura chiede l’archiviazione per Metta, adesso palla al GIP

    Pubblicato il

    Nuovi sviluppi nella vicenda giudiziaria che vede indagato Franco Metta nell’intreccio UDAS e sponsorizzazioni. Proprio l’ex Sindaco nella giornata di ieri ha annunciato che la Procura Generale presso la Corte d’Appello di Bari avrebbe chiesto l’archiviazione della sua posizione, nell’indagine che lo vede coinvolto per un’ipotesi di reato di concussione. L’istanza fa seguito al diniego del GIP del Tribunale di Foggia all’ulteriore richiesta di proroga delle indagini avanzata dalla Procura di Foggia, alla quale era stato chiesto di determinarsi sul caso. La dinamica dei fatti lascia pensare che i PM abbiano optato per l’archiviazione, in quanto le indagini non hanno raccolto elementi idonei a sostenere validamente l’accusa in giudizio. Poco meno di un mese fa la stessa richiesta era stata avanzata per l’ex Assessore allo Sport e alle Politiche giovanili Carlo Dercole, anch’egli coinvolto nelle indagini. «Non sono contento – scrive Metta su Facebook che, dopo aver nei giorni scorsi duramente attaccato la magistratura inquirente, continua ad avallare la propria personale tesi della persecuzione giudiziaria – (l’archiviazione) mi era dovuta. Non esisteva nessuna ragione per indagarmi, solo malanimo e speculazione politica».

    L’istanza di archiviazione segna quindi la fine della fase delle indagini preliminari. Adesso toccherà al GIP di Foggia esaminare la richiesta dei PM e l’eventuale opposizione da parte delle persone offese dal reato, che potrebbero avere interesse alla prosecuzione delle indagini. L’esito di questo esame può condurre ad esiti diversi: si potrebbe giungere all’effettiva archiviazione del fascicolo tramite ordinanza, e quindi si porrebbe immediatamente la parola fine sulla vicenda. Se invece il GIP non riterrà fondata la richiesta, potrà stabilire un nuovo termine per ulteriori indagini (anche se in questo caso i termini ‘ordinari’ per quelle preliminari sono spirati, ndr) oppure ordinare al Pubblico Ministero l’imputazione coatta dell’indagato per poi procedere ad udienza preliminare entro i successivi due giorni; in quest’ultimo caso sarà questa la sede in cui verrà valutata la fondatezza dell’accusa.

    Ultimora

    Pallavolo Cerignola, stabilite le avversarie nel girone I di serie B2

    Nella giornata di ieri, la Fipav ha reso nota la composizione dei gironi dei...

    L’Audace Cerignola ringrazia e saluta Malcore e D’Andrea

    Tramite una breve nota pubblicata sui propri canali social, l'Audace Cerignola ha ringraziato Giancarlo...

    Autonomia differenziata, da cinque Regioni può partire l’iter per chiedere il referendum

    Con il via libera della Puglia prende forma il quadro dei cinque consigli regionali...

    Provincia di Foggia: assegnate risorse per il progetto “Capitanata in transizione”

    A quasi 10 milioni di euro ammonta l'assegnazione di risorse finanziarie, sancita dal Decreto...

    Un tassello per la porta dell’Audace Cerignola, preso Stefano Greco

    La S.S. Audace Cerignola S.r.l. comunica di aver acquisito le prestazioni del calciatore Stefano...

    La nuova coppia d’attacco gialloblù è fatta: anche Gagliano firma con il Cerignola

    La S.S. Audace Cerignola s.r.l. comunica di aver acquisito dal Calcio Padova le prestazioni...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Pallavolo Cerignola, stabilite le avversarie nel girone I di serie B2

    Nella giornata di ieri, la Fipav ha reso nota la composizione dei gironi dei...

    L’Audace Cerignola ringrazia e saluta Malcore e D’Andrea

    Tramite una breve nota pubblicata sui propri canali social, l'Audace Cerignola ha ringraziato Giancarlo...

    Autonomia differenziata, da cinque Regioni può partire l’iter per chiedere il referendum

    Con il via libera della Puglia prende forma il quadro dei cinque consigli regionali...