More

    HomeNotizieAttualitàFase 2, le richieste del Forum delle Associazioni Familiari

    Fase 2, le richieste del Forum delle Associazioni Familiari

    Le proposte concrete e le soluzioni immediate avanzate al governo in vista dell'approssimarsi della seconda parte dell'emergenza sanitaria

    Pubblicato il

    Il Forum Nazionale delle Associazioni Familiari, nato nel 1992 con l’obiettivo di portare all’attenzione del dibattito culturale e politico italiano la famiglia come soggetto sociale, in questi giorni ha avanzato le proprie richieste e proposte in sostegno dei 26 milioni di famiglie a cui dà voce, in vista dell’approssimarsi della seconda fase della gestione dell’emergenza Coronavirus. In un incontro che ha avuto luogo il 27 aprile, proprio all’indomani della pubblicazione da parte del Governo delle linee guida che il Paese sarà chiamato a seguire in tal senso a partire dal 4 maggio, il presidente nazionale del Forum, Gianluigi De Palo, ha illustrato le istanze di queste famiglie al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, alla Ministra della famiglia e per le pari opportunità, Elena Bonetti, e alla Ministra del lavoro e delle politiche sociali, Nunzia Catalfo.

    I contenuti di questo incontro sono stati resi noti e ribaditi dallo stesso De Palo in una lettera aperta pubblicata il 30 aprile, della quale riportiamo i passaggi più significativi: «Il Forum delle famiglie che rappresento ha cercato di portarle la voce preoccupata dei 26 milioni di famiglie che il 4 maggio dovranno riprendere a lavorare. E non sapranno dove lasciare i loro figli, con le scuole che sono ancora chiuse (…). Le famiglie non chiedono elemosina, ma di essere messe nelle condizioni di vivere dignitosamente. La prima e più urgente risposta che chiediamo all’esecutivo è quella di soluzioni concrete e immediate affinché il 4 maggio le famiglie sappiano come conciliare serenamente il lavoro e l’attività di cura dei propri cari a casa. In secondo luogo, alla luce del fatto che in Italia la perdita del lavoro di un membro della famiglia e la nascita di un figlio sono, rispettivamente, la prima e la seconda causa di povertà, chiediamo di inserire l’assegno straordinario per ogni figlio nel DL di aprile».

    In quella che può ben dirsi una delle fasi più critiche, se non la più critica, che l’Italia è stata chiamata ad affrontare nel secondo dopoguerra, le famiglie hanno rappresentato quell’importante ammortizzatore sociale che ha permesso la tenuta del Paese. È altrettanto vero, però, che diversi nodi, in questo senso, sono venuti al pettine: «C’è purtroppo da tanti anni in Italia una discriminazione fiscale che considera il reddito e non tiene conto del numero dei componenti della famiglia per cui questo reddito si divide», ha sottolineato il presidente del Forum delle Famiglie in una recente intervista a Rai News 24. Aggiungendo nella disamina: «Nella narrazione del Governo non sono mai state ringraziate le famiglie. I nostri bambini sono stati parte integrante di questa grande fatica quotidiana. La questione è che si dà per scontato il lavoro insostituibile delle famiglie». È in questa direzione che si pone la richiesta da parte del Forum nazionale per cui, dai 75 miliardi messi a disposizione dal decreto, venga stanziata la somma per un assegno universale per i figli, con l’obiettivo di assolvere ad un duplice scopo: affrontare nell’immediato l’emergenza e permettere al Paese di ripartire.

    Alle importanti istanze portate avanti dal Forum Nazionale delle Associazioni Familiari si associano l’Ufficio di pastorale familiare della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano e il Consultorio Familiare “Zelia e Luigi Martin”. Fra queste c’è anche l’adesione al flashmob nazionale #GrazieFamiglie, che avrà luogo domenica 3 maggio alle 18.00, per ringraziare da finestre, balconi e terrazzi delle proprie abitazioni tutte quelle famiglie e quei bambini che hanno fatto, con grande senso di responsabilità e caparbietà, il loro dovere in queste settimane molto difficili, fungendo da vero e proprio esempio per il resto del mondo. «Promuoviamo questa iniziativa rivolta a tutte le famiglie che hanno retto il peso di questo periodo di emergenza dimostrando, con i fatti, la forza e l’importanza della famiglia, prima scuola di umanità, di socialità oltre che di vita cristiana – afferma Mattea Belpiede, direttore del Consultorio Familiare diocesano -. Ogni azione pastorale e di evangelizzazione mira alla promozione della persona, delle famiglie e, attraverso queste, della società. L’Ufficio di pastorale familiare, attraverso un’opera di informazione, sostiene il lavoro faticoso che il Forum da tempo sta svolgendo a nome di circa 26 milioni di famiglie italiane, per rendere ognuna soggetto attivo e protagonista nelle difficoltà e nelle opportunità che la Storia chiama a vivere. Uno degli obiettivi fondamentali per la pastorale familiare è rendere ogni battezzato vero cristiano, aiutandolo a recuperare la consapevolezza e l’importanza del proprio agire e delle proprie scelte. Prendendo in prestito da don Tonino Bello alcune sue parole: “Non possiamo dirci davvero cristiani se non ci avventuriamo nell’agitato mare della Storia e, uscendo dai luoghi sacri, consacriamo quelli più deserti, periferici, abbandonati”».

    Ultimora

    ResUrb Music Lab, a Cerignola laboratori musicali all’insegna dell’inclusione

    Al via da Martedì 28 Maggio le iscrizioni gratuite ai laboratori musicali realizzati da...

    Blitz dei carabinieri a Cerignola: venti custodie cautelari per traffico di droga | Video

    https://youtu.be/t4p0QHj0s3w Il 23 maggio 2024, i Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno dato esecuzione a...

    Web Marketing: cos’è e strategie

    Il nostro modo di comunicare, informarci e interagire è cambiato. Per le aziende vendere,...

    Aria di addio fra l’Audace Cerignola e Giancarlo Malcore

    È giunta al capolinea l’avventura di Giancarlo Malcore con la maglia dell’Audace Cerignola? L’interrogativo...

    Sgarro (Noi): protocollata mozione per l’istituzione di un salario minimo comunale

    Pubblichiamo di seguito e integralmente un comunicato stampa del consigliere comunale di opposizione, Tommaso...

    “Preferisco le stelle”, Tommy Dibari si racconta a Cerignola

    Continua il fitto cartellone di appuntamenti dello scrittore e psicologo barlettano Tommy Dibari che...

    Altro su lanotiziaweb.it

    ResUrb Music Lab, a Cerignola laboratori musicali all’insegna dell’inclusione

    Al via da Martedì 28 Maggio le iscrizioni gratuite ai laboratori musicali realizzati da...

    Blitz dei carabinieri a Cerignola: venti custodie cautelari per traffico di droga | Video

    https://youtu.be/t4p0QHj0s3w Il 23 maggio 2024, i Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno dato esecuzione a...

    Web Marketing: cos’è e strategie

    Il nostro modo di comunicare, informarci e interagire è cambiato. Per le aziende vendere,...