More

    HomeNotizieAttualitàCerignola e l'amaro rientro degli emigrati. «A Milano ho perso il lavoro»

    Cerignola e l’amaro rientro degli emigrati. «A Milano ho perso il lavoro»

    Pubblicato il

    E’ considerevole il numero di cerignolani che vivono fuori regione, per lavoro o per studio, come considerevoli sono state le richieste di informazioni pervenute alle Forze dell’Ordine e al Centro Operativo Comunale nei giorni scorsi per poter rientrare dopo il 4 maggio. Nella giornata di lunedì oltre cinquanta richieste complessive, poche in più il giorno seguente. Sono infatti in molti gli studenti che non riuscendo a ritornare prima della chiusura ne approfitteranno in queste ore. Non solo studenti ma anche lavoratori e storie di emigrazione al contrario. «Molti di noi hanno perso il lavoro – racconta un carpentiere cerignolano a lavoro da tre anni in provincia di Milano -. Non avendo più un’occupazione siamo costretti a rientrare. Qui la vita costa e pagarci l’affitto in questo periodo di stop è complicato. Dunque rientro, appena trovo un posto sui mezzi pubblici che sono pieni». Differente il punto di vista per gli studenti. «Stiamo lavorando a distanza, sia per le lezioni che per gli esami. Dunque non ha senso restare qui e pagare a vuoto la casa, anche perché a molti di noi non è stata concessa alcuna agevolazione sull’affitto» racconta una studentessa cerignolana iscritta nell’ateneo meneghino “Bicocca”.

    Se da un lato vi sono le ragioni dei cittadini per giustificare un ritorno, non si placano le polemiche intorno al rischio di una recrudescenza del virus, che nella città ofantina ha interessato oltre 80 persone (contagiate) con un tasso di mortalità del 19% (15 persone, ndr). Per chi ritorna non è previsto alcun tampone, come invece molti vorrebbero, ma il solo obbligo di comunicare il proprio rientro compilando il modulo sul portale della Regione Puglia (o chiamando il proprio medico o l’operatore di sanità pubblica) e il conseguente obbligo di restare in isolamento fiduciario a casa per 14 giorni. Proprio rispetto a questo in molti hanno contattato Forze di Polizia e Coc per ricevere conferme in tal senso, soprattutto in riferimento all’isolamento di 14 giorni; una misura questa che purtroppo non è sottoposta a controllo e che, se non rispettata, potrebbe dar luogo a occasioni di contagio, soprattutto in presenza di soggetti asintomatici. Un rischio tra gli altri paventato anche dalla task force pugliese.

    Proprio in tal senso da Palazzo di Città nelle scorse ore pressante l’invito alla prudenza e uscire solo per lo stretto necessario e le urgenze. Ma non è tutto. Si è levata a gran voce anche la raccomandazione di medici e farmacisti all’utilizzo dei dispositivi, un utilizzo corretto, visto che in molti non usano o indossano male le mascherine. A rimarcarlo è stato il farmacista cerignolano Gianni Ruocco. «Solo l’uso corretto delle mascherine può salvarci».

    Gennaro Balzano
    La Gazzetta del Mezzogiorno

    Ultimora

    Concorso “Umberto Giordano”, terzo posto nella sezione cori per la “Marconi” di Cerignola

    Un'altra scuola cerignolana ha ottenuto un prestigioso riconoscimento alla XVI edizione del concorso musicale...

    Cerignola, sequestrati fitofarmaci illegali per un valore di 220mila euro

    Una rilevante attività finalizzata alla vendita di fitofarmaci illegali è stata scoperta a Cerignola...

    Domani pomeriggio in Duomo a Cerignola i funerali dell’ing. Ambrogio Giordano

    Lutto per il Polo di Ricerca e Studi Universitari ERSAF di Cerignola, a causa...

    Giornata della Legalità, il programma delle celebrazioni a Cerignola

    La Città di Cerignola, in collaborazione con la Curia Vescovile, Confindustria Foggia e Neverland...

    Concorso “Umberto Giordano”, ottimi risultati per la “Pavoncelli” di Cerignola

    Settimana esaltante per la Scuola secondaria di I Grado “Giuseppe Pavoncelli” di Cerignola: nella...

    Evento “La Vita oltre lo Specchio”: annunciata associazione sui disturbi alimentari a Cerignola

    Venerdì 17 maggio a Cerignola, presso la suggestiva Villa Bautier, si è svolto l'evento...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Concorso “Umberto Giordano”, terzo posto nella sezione cori per la “Marconi” di Cerignola

    Un'altra scuola cerignolana ha ottenuto un prestigioso riconoscimento alla XVI edizione del concorso musicale...

    Cerignola, sequestrati fitofarmaci illegali per un valore di 220mila euro

    Una rilevante attività finalizzata alla vendita di fitofarmaci illegali è stata scoperta a Cerignola...

    Domani pomeriggio in Duomo a Cerignola i funerali dell’ing. Ambrogio Giordano

    Lutto per il Polo di Ricerca e Studi Universitari ERSAF di Cerignola, a causa...