More

    HomeNotizieAttualitàCovid, Cerignola tra i due focolai. Variante inglese a Canosa e Orta...

    Covid, Cerignola tra i due focolai. Variante inglese a Canosa e Orta Nova

    Pubblicato il

    Le varianti del Covid-19 preoccupano l’intera nazione. Nello specifico in Puglia a far paura è la variante inglese, che, analizzato un campione di tamponi positivi prelevati il 12 febbraio, risulta del 38,6%. A Bari su 323 campioni ci sono 124 casi, pari al 38.4%; nella BAT su 50 campioni ce ne sono 6, pari al 12.0%; a Foggia su 62 campioni ce ne sono 18, pari al 29.0%. «Occorrerà – ha spiegato l’assessore Lopalco – alzare il livello di attenzione sulla diffusione delle varianti del virus: questi dati impongono di programmare ulteriori azioni di contenimento».

    In questo scenario Cerignola risulta al momento non interessata dalla “nuova versione” di Covid. Il pericolo però pare essere dietro l’angolo, visto che in alcuni comuni limitrofi sono stati accertati dei casi. Ad Ora Nova e a Canosa infatti la cariante inglese è già arrivata. Nella cittadina della Bat è stato registrato un caso di contagio con virus modificato del tipo inglese, quindi altamente contagioso. La conferma è arrivata in un post del sindaco di Canosa, Roberto Morra: «l’ultimo report ricevuto dalla Asl riporta nella nostra città 79 positivi al Coronavirus di cui uno alla variante inglese. La situazione è costantemente monitorata dalla Asl. Ora più che mai è importante mantenere alta la guardia e mi affido al senso di responsabilità di ognuno». Per Orta Nova è stata proprio la Regione a rendere noti già nei giorni scorsi i 16 comuni interessati in prima battuta dalla variante: tra questi punto il centro dei Cinque Reali Siti.