More

    HomeNotizieAttualitàPartito MARTEdìVINO, il corso di avvicinamento al vino promosso dall’associazione culturale ‘Il...

    Partito MARTEdìVINO, il corso di avvicinamento al vino promosso dall’associazione culturale ‘Il Titolo’

    Pubblicato il

    Martedì 16 novembre ha preso il via MARTEdìVINO, il corso di degustazione e avvicinamento al vino promosso da ‘Il Titolo’, associazione culturale che si occupa di agricoltura e sviluppo rurale, con vocazione aggregativa nel settore. L’iniziativa, patrocinata dal ‘GAL Tavoliere’, si struttura in cinque incontri con l’enologo Giuseppe Colopi e con diverse cantine del territorio che si terranno ogni martedì alle 20 fino al 14 dicembre presso i locali di ‘Scalo 111’ a Cerignola.

    «Abbiamo immaginato di creare un corso di avvicinamento al vino in questi appuntamenti, dove vogliamo far conoscere il suo mondo – spiega a lanotiziaweb Gabriele Romagnuolo, dell’associazione ‘Il Titolo’ -. Il pubblico è composto prevalentemente composto da neofiti e vogliamo lasciargli i rudimenti su come degustare il vino, conoscerne pregi e difetti, capirne le caratteristiche organolettiche». Ma non solo. Oltre all’aspetto formativo, sarà possibile conoscere e confrontarsi con le realtà vitivinicole locali: «Parte di ogni singolo incontro sarà un viaggio nelle storie produttive delle singole cantine e le loro vicende. Sono tutte aziende di Cerignola, tra le quali anche la cooperativa ‘Altereco’, che gestisce beni confiscati alla mafia e che per la prima volta imbottiglia con i prodotti coltivati su quei terreni». Oltre alla sua funzione divulgativa, questa kermesse si pone anche un obiettivo di più ampie vedute: cercare di far nascere una rete tra gli operatori del settore nel nostro territorio: «In questi eventi cercheremo sempre di mettere in cooperazione gli operatori nei diversi settori e farli dialogare tra di loro, tenendo sempre sullo sfondo il racconto della nostra terra – afferma Romagnuolo -. Cerignola ha talenti assoluti e delle produzioni d’eccellenza, ma manca proprio la cooperazione, che rende possibile presentarsi compatti sul mercato e valorizzare appieno il prodotto. E nella terra di Di Vittorio, padre dell’aggregazione sindacale, è paradossale che non si riesca a fare fronte unico tra i produttori. Ma riteniamo che le nuove generazioni siano pronte a fare questo passo».

    Anche l’Assessore alla Cultura dott.ssa Rossella Bruno, che ha battezzato l’iniziativa, è convinta che questa sia la strada da seguire: «L’idea è quella di coinvolgere le cantine della nostra città, realtà imprenditoriali giovani, dinamiche e con vocazione sociale. È importante che i ‘marchi’ di questa città dialoghino tra di loro per rilanciare il “marchio Cerignola”. Dobbiamo tornare alla ribalta e attrarre nuove energie. La promozione del territorio passa anche da qui».

    Questo slideshow richiede JavaScript.