More

    HomeNotizieAttualitàQuinta Giornata Mondiale dei Poveri, domenica 14 novembre

    Quinta Giornata Mondiale dei Poveri, domenica 14 novembre

    Pubblicato il

    Sarà celebrata domenica, 14 novembre 2021, la quinta Giornata Mondiale dei Poveri sul tema “I poveri li avete sempre con voi” (Mc 14,7). La Giornata non è soltanto un’opportunità per tutta la Chiesa e per ogni battezzato per rimettere al centro di ogni percorso l’attenzione e la cura di ogni forma di povertà, ma anche un momento di riflessione su quali relazioni noi creiamo con i poveri e qual è la loro presenza nelle nostre comunità. Afferma papa Francesco: “La loro presenza in mezzo a noi è costante, ma non deve indurre a un’abitudine che diventa indifferenza, bensì coinvolgere in una condivisione di vita che non ammette deleghe. I poveri non sono persone ‘esterne’ alla comunità, ma fratelli e sorelle con cui condividere la sofferenza, per alleviare il loro disagio e l’emarginazione, perché venga loro restituita la dignità perduta e assicurata l’inclusione sociale necessaria”. La Giornata, quindi, sollecita il cambiamento della nostra mentalità per accogliere la sfida della condivisione e della partecipazione, a “non considerare i poveri come persone separate” dalle comunità, ma a mettere in atto una logica relazionale sempre inclusiva, dove i poveri “devono essere messi nelle condizioni di poter dare”.

    In diocesi, con il vescovo Luigi Renna, la Caritas Diocesana, i suoi operatori e i volontari del Servizio Civile, la Giornata vivrà un momento di condivisione e fraternità domenica, 14 novembre 2021, alle ore 16,30, nei locali del Centro Pastorale Diocesano “Santa Giuseppina Bakhita” sul tema “Crocevia di storie”. Un momento di condivisione fra ragazzi sui diversi percorsi umani, lavorativi ed esistenziali. Borgo “Tre Titoli” come crocevia di tante storie e come punto di partenza per la costruzione di una comunità che vede protagonisti i giovani e i poveri stringersi in un unico abbraccio in un’unica Chiesa.

    “Questa giornata – dichiara don Pasquale Cotugno, direttore della Caritas diocesana – nasce dalla volontà dei ragazzi in Servizio civile e dal loro percorso formativo in Caritas. È fondamentale per la nostra Chiesa mettersi in ascolto anche dei giovani e della loro creatività, come è necessario mettersi in ascolto dei poveri per costruire una società in cui chi è ai margini, i poveri come anche i giovani, diventi realmente protagonista”. “Comunione e missione – si legge tra le pagine della più recente lettera pastorale del vescovo Renna “La Pentecoste continua. Rinnovarci nel cammino e nell’annuncio del Vangelo” – sono tra loro intrinsecamente unite perché tutti coloro che sono chiamati alla stessa comunione sono inviati ad evangelizzare, ad annunciare e testimoniare il Vangelo nel mondo”. Conclude papa Francesco nel suo messaggio: “Mi auguro che la Giornata Mondiale dei Poveri, giunta ormai alla sua quinta celebrazione, possa radicarsi sempre più nelle nostre Chiese locali e aprirsi a un movimento di evangelizzazione che incontri in prima istanza i poveri là dove si trovano. Non possiamo attendere che bussino alla nostra porta, è urgente che li raggiungiamo nelle loro case, negli ospedali e nelle residenze di assistenza, per le strade e negli angoli bui dove a volte si nascondono, nei centri di rifugio e di accoglienza”.

    1 COMMENT