More

    HomeSportCalcioArriva il Catanzaro al "Monterisi", l'Audace Cerignola cerca di fermarne la corsa

    Arriva il Catanzaro al “Monterisi”, l’Audace Cerignola cerca di fermarne la corsa

    I ragazzi di Pazienza reduci da due vittorie di fila sfidano i calabresi, fra i principali candidati alla promozione

    Pubblicato il

    Si completa il trittico di impegni in una settimana nel girone C di serie C per l’Audace Cerignola: domani sarà ospite al “Monterisi” una delle due capolista, il Catanzaro. I ragazzi di Michele Pazienza arrivano alla sfida forti di sei punti conquistati in quattro giorni, dall’1-0 al Giugliano di domenica scorsa al blitz del “Degli Ulivi” di Andria (1-2) di mercoledì. Nel derby con i biancazzurri, di particolare rilevanza la capacità di saper soffrire da parte dei gialloblu, una squadra che dopo il doppio vantaggio dell’intervallo non ha fatto storie nell’indossare l’elmetto stringendo i denti e riuscendo a portare a casa il bottino pieno. Spirito di sacrificio, lotta e agonismo affiancati però da giocate preziose e da piedi buoni, come hanno dimostrato Neglia e Malcore nelle realizzazioni contro i federiciani. Procede il cammino di costruzione di un gruppo e di un sentirsi squadra, che il tecnico sanseverese si augura sia definito il più rapidamente possibile. Alle porte c’è un compito difficilissimo contro una delle principali candidate alla promozione, una occasione per testare ulteriormente i progressi esibiti nelle ultime uscite. All’Audace servirà la partita perfetta, fatta soprattutto di grande dinamismo, pressione e determinazione: caratteristiche ritrovate dopo il non positivo debutto col Monterosi e che di certo Saracco e compagni impiegheranno in campo.

    Il mister degli ofantini potrebbe variare qualcosa nello schieramento di partenza, anche in considerazione delle fatiche accumulate dai suoi ragazzi. Il 4-3-3 non si discute, si può ipotizzare un avvicendamento fra Giofrè e Russo sulla corsia mancina di difesa e magari l’impiego di Bianco in mediana, accantonando per questo match la questione minutaggio e assicurando più esperienza.

    E’ chiaro l’obiettivo del Catanzaro in questa stagione, tornare in serie B dopo il secondo posto dello scorso anno e l’eliminazione nella semifinale playoff per mano del Padova. I calabresi arriveranno sul Tavoliere con il vento decisamente in poppa: nove punti su nove, ben dodici reti realizzate e porta inviolata dopo 270′. Il 5-0 inflitto al Latina nel turno infrasettimanale chiarisce intenzioni e assoluta qualità dell’organico a disposizione dell’allenatore Vincenzo Vivarini. Una notevole abbondanza in attacco, con gli innesti estivi di Curcio e Situm aggiunti alle permanenze di Iemmello, Biasci e Cianci. Sounas, Vandeputte e Pontisso in mediana, mentre in porta l’esperienza di Fulignati e la guida in retroguardia di Brighenti altri tasselli che chiariscono la forza a disposizione dei giallorossi. Un 3-5-2 ricco di inventiva e soluzioni offensive per il trainer ex Bari, il quale dispone di una panchina lunga e con alternative anch’esse decisamente di spessore.

    C’è un unico precedente fra le due formazioni, relativo proprio al precedente periodo in serie C dell’Audace: il 23 febbraio 1936 fu 0-0. Calcio d’inizio alle ore 17.30, con la direzione arbitrale affidata al sig. Galipò, della sezione di Firenze.