More

    HomeNotizieAttualitàInclusione e socialità nel progetto Summer realizzato dall'associazione "eroi della fiABA"

    Inclusione e socialità nel progetto Summer realizzato dall’associazione “eroi della fiABA”

    Con sede in via Trapani a Cerignola, l'ente si occupa di bambini e ragazzi con disabilità attraverso terapie comportamentali e sviluppo dell'integrazione

    Pubblicato il

    Una iniziativa lodevole, terminata da pochi giorni, è stata realizzata dall’associazione no profit “eroi della fiABA”, sita in via Trapani, 36 a Cerignola. La stessa si occupa di bambini e ragazzi con disabilità attraverso terapie comportamentali (ABA) e progetti di inclusione ed integrazione attui all’evoluzione della persona, con lo scopo di non lasciare indietro nessuno, accogliendo e impegnandosi a far sì che tutti possano avvicinarsi alla questa realtà e al loro mondo per accrescere empatia e donare un prezioso contributo attraverso un valore in via d’estinzione, l’Amicizia! Proprio per questo, l’associazione ha stilato il progetto “Summer” per i bimbi con spettro dell’autismo e i loro amici. La Summer è durata 15 giorni, di cui 10 giorni di mare, un giorno presso Villa Petrosa e quattro giorni di piscina: l’intento è sempre stato quello di lavorare sulle autonomie, sulla socialità e sull’inclusione attraverso attività divertenti! Il risultato? Meravigliosamente Raggiunto!
    E’ importante sottolineare che tutto questo è stato possibile grazie ad una mamma “eroina”, prodigatasi affinché il progetto potesse concretizzarsi e alla fondazione Monti Uniti di Foggia che ha finanziato interamente il tutto, rendendolo completamente gratuito per tutte le famiglie. Gli “eroi della fiABA” ringraziano tutti i genitori per la fiducia, tutti i sorrisi dei bambini, Luisa Di Stefano (mamma di Sergio R.) per il suo impegno e la fondazione Monti Uniti di Foggia per aver creduto in loro e per il preziosissimo aiuto pratico. «Siamo dell’idea che essere sognatori non è solo uno stato d animo, ma è la concretizzazione del pensiero che diventa realtà», concludono i responsabili davvero contenti della riuscita del progetto.