More

    HomeSportCalcioLa storia è Compiuta: l'Audace Cerignola torna in C dopo 85 anni

    La storia è Compiuta: l’Audace Cerignola torna in C dopo 85 anni

    Un gol di Tascone piega il Bitonto, gialloblu promossi con quattro giornate di anticipo

    Pubblicato il

    Il 24 aprile 2022 entra di diritto nella storia del calcio cittadino: in un “Monterisi” vestito a festa, interamente colorato di gialloblu e gremito fino all’ultimo posto, l’Audace Cerignola batte 1-0 il Bitonto e vola in serie C con quattro giornate di anticipo. Ha deciso una rete poco prima dell’ora di gioco di Mattia Tascone, in una sfida che ha visto un Bitonto arcigno e non rassegnato a fare la parte della vittima sacrificale. Pazienza torna al 4-3-3, ovviando alla squalifica di Achik componendo il tridente con Strambelli-Malcore-Loiodice, tornano Dorval terzino sinistro e Longo in mediana. Potenza disegna un 3-4-1-2 con Biason adattato centrale difensivo, Lattanzio inizialmente in panchina e attacco sulle spalle di Taurino e Santoro. Prime scaramucce al 3′, quando un destro secco di Stasi viene respinto dalla difesa. La replica dell’Audace al 9′: Strambelli scodella al centro, Malcore non ci arriva ma Longo sì, il suo morbido pallonetto però si spegne appena alto sulla traversa. Ancora il fantasista ex Molfetta su punizione sfiora l’incrocio, il destro fuori misura di Loiodice conferma la fase a favore dei padroni di casa. Le squadre sono attente a non concedere spazi e l’incontro è prevalentemente agonistico: tuttavia, al 42′ serve il riflesso di Trezza per mettere in angolo il tiro di Santoro indirizzato verso il primo palo. E’ l’azione che chiude un primo tempo dominato un po’ dalla tensione, intanto giunge la notizia del successo del Francavilla a Caserta.

    Gli ofantini sono costretti a vincere per archiviare la pratica, eppure l’avvio della ripresa è a forti tinte neroverdi: Trezza si oppone con bravura in uscita a Riccardi al termine di una manovra ospite, lo stesso numero 17 manda un giro di lancette più tardi in porta Santoro che salta Trezza ma centra solo l’esterno della rete decentratosi (49′). Il pubblico soffre insieme ai suoi beniamini, ma l’appuntamento con la storia corre sul minuto 59: azione in ampiezza del Cerignola, da sinistra palla al centro a Malcore, il quale con la coda dell’occhio si avvede dell’arrivo di Tascone, diagonale chirurgico e Figliola è battuto per l’autentico boato dell’impianto di via Napoli. La rete subita smorza un po’ le fiammate dei baresi, con Potenza progressivamente ad inserire tutta la batteria di punte a disposizione: il quarto d’ora conclusivo diventa un conto alla rovescia verso la festa, seppure un paio di brividi corrano sulla schiena, come l’arrivo di un soffio in ritardo di Iadaresta sul cross di Stasi e la conclusione alta di Lattanzio, inframezzata da una occasione per Palazzo a lato. Allo scoccare del sesto di recupero, il sig. Esposito sancisce la fine delle ostilità, dando il via ai meritati festeggiamenti di un gruppo autore di un torneo esemplare.

    Dal Bitonto al Bitonto, dal 2017 al 2022 per i passaggi cardine che portano le “cicogne” per la prima volta in assoluto nel professionismo. Il trentaduesimo risultato utile consecutivo certifica solamente una superiorità fattasi schiacciante nello sviluppo del campionato, regalando una giornata (e non solo) di storia e felicità immensa ad una città intera e ai suoi tifosi. Sabato prossimo si torna in campo per affrontare il Cittanova nei quarti di finale di coppa Italia: l’Audace non vuole fermarsi e cercherà di conquistare anche il “double”.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

    AUDACE CERIGNOLA-BITONTO 1-0

    Audace Cerignola (4-3-3): Trezza, Vitiello, Allegrini, Sirri, Dorval (86′ Botta), Tascone, Agnelli (71′ Maltese), Longo (86′ Russo), Strambelli (58′ Mincica), Malcore (89′ Palazzo), Loiodice. A disposizione: Fares, Manzo, Ciccone, Spinelli. Allenatore: Michele Pazienza.

    Bitonto (3-4-1-2): Figliola, Biason (86′ D’Anna), Petta, Radicchio (51′ Lacassia), Stasi, Addae, Piarulli, Turitto (70′ Lattanzio), Riccardi, Taurino (78′ Iadaresta), Santoro. A disposizione: Cannizzaro, Guarnaccia, Palumbo, Manzo, Ferrante. Allenatore: Alessandro Potenza.

    Rete: 59′ Tascone.

    Ammoniti: Strambelli, Loiodice (AC); Radicchio, Addae (B).

    Angoli: 2-3. Fuorigioco: 1-2. Recuperi: 0′ pt, 6′ st.

    Arbitro: Esposito (Napoli). Assistenti: Rastelli (Ostia Lido)-Giudice (Frosinone).

    1 COMMENT

    Comments are closed.

    Ultimora