More

    HomeSportCalcioL'Audace Cerignola attende il Giugliano nel debutto casalingo in serie C

    L’Audace Cerignola attende il Giugliano nel debutto casalingo in serie C

    I ragazzi di Pazienza con l'obiettivo di riscattare il negativo esordio stagionale contro il Monterosi

    Pubblicato il

    Debutto casalingo in serie C per l’Audace Cerignola, opposto al Giugliano nella seconda giornata. I ragazzi di Michele Pazienza sono stati sconfitti 3-0 dal Monterosi all’esordio domenica scorsa, in una gara in cui è riuscito poco o nulla specie nel primo tempo, con i laziali straripanti a chiudere la pratica già a metà gara. In questa settimana il lavoro di staff tecnico e società è stato improntato soprattutto a livello mentale, per risollevarsi al più presto da una scialba prestazione e ritrovare determinazione, grinta e caparbietà, caratteristiche distintive dei gialloblu nelle ultime due stagioni. Questi fattori, specie se rapportati ad una squadra che ha l’obiettivo della salvezza al primo anno fra i professionisti, non possono mai mancare anche in relazione ai propositi enunciati al via del torneo, ossia di giocarsela con grande piglio con qualunque avversario. La spinta del pubblico amico può essere un aiuto non indifferente ad un gruppo che ha visto l’arrivo nei giorni scorsi dell’esterno offensivo Montaperto: probabilmente il mercato in entrata avrà un ulteriore ingresso nel reparto arretrato, con il ds Di Toro a vagliare la lista degli attuali svincolati. Gli avversari di domani sono stati battuti in amichevole circa tre settimane fa, ma il calcio d’agosto non fa molto testo: adesso ciò che conta è togliere lo zero dalla casella dei punti raccolti.

    Pazienza potrebbe confermare il 4-3-3, operando al contempo alcune variazioni: in difesa, scontata la squalifica, Ligi si gioca una maglia con Allegrini e Gonnelli, mentre in avanti la discreta prova di Achik e D’Andrea da subentrati a Pontedera lascerebbe opzioni per un posto dal 1′ potenzialmente per uno dei due.

    Tornato fra i professionisti dopo una assenza di quindici anni, avendo vinto il girone G con la disputa anche della finale scudetto di serie D, pure il Giugliano da matricola si pone il traguardo della permanenza nella categoria. I napoletani hanno cambiato il tecnico, passando da Ferraro all’esperto Raffaele Di Napoli, la campagna acquisti ha salutato l’arrivo di numerosi under e di qualche colpo importante fra gli elementi più scafati. Il riferimento a questi ultimi va agli attaccanti Piovaccari (classe 1984 proveniente dal Messina e autore di uno dei due gol nel successo contro la Viterbese, tanti anni per lui fra B e C più qualche puntata all’esterno) e Nocciolini, arrivato dal Grosseto; in difesa invece c’è Zullo, nell’ultima stagione a Taranto, esperienze vissute in piazze importanti quali Avellino, Como e Monza. Fra i protagonisti dello scorso anno sono stati confermati i due Poziello e i centrocampisti De Rosa e Gladestony, marcatore della seconda rete dei “tigrotti” al debutto. I campani dovrebbero schierarsi con il 3-5-2, Salvemini affiancherà Piovaccari in prima linea.

    L’unico precedente in campionato, al netto del confronto nella fase scudetto del 29 maggio scorso, risale al Campionato Nazionale Dilettanti 1995/96: il 14 aprile 1996 gli ofantini si imposero 1-0. Calcio d’inizio al “Monterisi” alle ore 17.30, con la direzione arbitrale affidata al sig. Calzavara, della sezione di Varese.