More

    HomeSportCalcioL'Audace Cerignola espugna Andria (1-2), seconda vittoria consecutiva per i gialloblu

    L’Audace Cerignola espugna Andria (1-2), seconda vittoria consecutiva per i gialloblu

    Neglia e Malcore a segno nella prima frazione, poi si tiene botta fino al triplice fischio dopo la reazione biancazzurra

    Pubblicato il

    L’Audace Cerignola espugna il “Degli Ulivi” al termine di un derby assai vibrante e combattutissimo. Finisce 1-2 grazie alle reti di Neglia e Malcore nella frazione inaugurale e un secondo tempo un po’ sofferto data la parziale riscossa della Fidelis Andria. Pazienza cambia due interpreti rispetto al successo col Giugliano: in panchina si accomodano Allegrini e D’Andrea, in difesa c’è Gonnelli con Ligi e Malcore torna l’ariete al centro dell’attacco. Altrettante le variazioni per Cudini, Paolini e Orfei prendono il posto di Candellori e Bolsius. Subito in avanti gli ospiti, Neglia in profondità per Achik, il cui pallonetto però è fuori misura (4′). Immediata la replica dei biancazzurri, il destro di Orfei poco oltre il limite dell’area termina largo alla sinistra di Saracco. Il buon momento dei padroni di casa prosegue al 10′, quando uno scontro tra Saracco e Sipos favorisce Pavone che calcia alle stelle a porta vuota. L’Audace si porta avanti al 19′ orchestrando una grande ripartenza sulla fascia sinistra: Giofré centra per Neglia, la conclusione di prima intenzione supera Savini per il primo centro dell’attaccante arrivato dalla Reggiana. In contropiede crea seri pericoli l’undici gialloblu: scorre il 23′ quando Malcore lancia in campo aperto Achik, il fantasista però apre troppo il piatto e calcia a lato pressato da un avversario. Dall’altra parte Urso fa venire qualche brivido con un tirocross che finisce sul fondo attraversando tutto lo specchio di porta, poco prima della mezzora Neglia (in gran serata) chiama all’ottima risposta sul primo palo Savini, il quale concede solo il corner. Giusto al 45′, il Cerignola serve il raddoppio: Malcore su invito di Tascone entra nelle maglie centrali della difesa andriese e beffa Ercolani e Savini con un lob dolcemente in fondo al sacco. E’ il secondo gol consecutivo per il bomber dopo quello al Giugliano.

    Due novità per Cudini al rientro dagli spogliatoi, Bolsius e Fabriani rispettivamente per Pavone e Hadziosmanovic: l’olandese si fa subito vedere al 49′ con un tiro non preciso dalla distanza. I cambi però trasformano la Fidelis, che fa arretrare sempre più gli ofantini: sempre Bolsius crossa dall’out mancino e trova pronto all’appuntamento Orfei sul secondo palo, botta al volo e gara riaperta (60′). Pazienza inserisce Bianco e Botta in luogo di Capomaggio e Langella per dare energie nuove alla mediana, la rasoiata di Urso lambisce il palo. Insistono i federiciani, nel giro di tre minuti (dal 69′ al 72′) Milillo ha due grosse opportunità entrambe di testa, la seconda più pericolosa centrando il legno dopo una corta respinta della difesa gialloblu. Poco prima cambi anche in prima linea per l’Audace, D’Andrea e Vitali per Malcore e Achik. Pur con qualche affanno, con il passare del tempo le “cicogne” sono brave a superare senza conseguenze la sfuriata degli andriesi. Il finale del match è teso e piovono cartellini gialli da ambo le parti, dopo cinque minuti di extratime la squadra di Pazienza può festeggiare il secondo successo consecutivo.

    Ottima prova di tenuta mentale per un Audace che ha saputo capitalizzare le iniziative a suo favore costruite nella prima frazione e, anche se con un pizzico di fortuna, ha portato a casa il bottino pieno. Nel prossimo impegno, domenica prossima al “Monterisi”, sarà ospite una delle principali candidate alla promozione, quel Catanzaro stasera travolgente sul Latina e in testa a punteggio pieno.

    FIDELIS ANDRIA-AUDACE CERIGNOLA 1-2

    Fidelis Andria (4-3-3): Savini, Hadziosmanovic (46′ Bolsius), Ercolani (53′ Milillo), Dalmazzi, Mariani, Urso, Arrigoni (61′ Candellori), Paolini (83′ Mercurio), Pavone (46′ Fabriani), Sipos, Orfei. A disposizione: Zamarion, Tortorelli, Graziano, Pinelli, Delvino, Djibril, Zenelaj, Alba, Persichini. Allenatore: Mirko Cudini.

    Audace Cerignola (4-3-3): Saracco, Coccia, Gonnelli, Ligi, Giofrè (78′ Russo), Tascone, Capomaggio (61′ Bianco), Langella (61′ Botta), Achik (71′ Vitali), Malcore (71′ D’Andrea), Neglia. A disposizione: Fares, Trezza, Olivera, Allegrini, Inguscio, D’Ausilio, Sainz Maza, Mancarella, Farucci. Allenatore: Michele Pazienza.

    Reti: 19′ Neglia (AC), 45′ Malcore (AC), 60′ Orfei (FA).

    Ammoniti: Bolsius, Dalmazzi, Urso (FA); Achik, Bianco, Neglia, Vitali (AC).

    Angoli: 1-1. Fuorigioco: 1-4. Recuperi: 3′ pt, 5′ st.

    Arbitro: Perri (Roma 1). Assistenti: Pizzoni (Frattamaggiore)-Barberis (Collegno). Quarto ufficiale: Castellone (Napoli).