More

    HomeSportCalcioL'Audace Cerignola in semifinale di coppa Italia: battuto 3-1 il Cittanova

    L’Audace Cerignola in semifinale di coppa Italia: battuto 3-1 il Cittanova

    Russo e Malcore in zona Cesarini piegano la resistenza degli ottimi calabresi. Ora c'è la Torres (data e sede da definire)

    Pubblicato il

    I cambi fanno la differenza e, seppur nello spezzone conclusivo di gara, l’Audace Cerignola piega la resistenza del Cittanova (3-1) e accede alla semifinale di coppa Italia di serie D. Pazienza attua una rotazione non così consistente nello schieramento titolare, restituendo una maglia da titolare ai vari Tricarico, Silletti, Maltese, Giacomarro, col tridente formato da Ciccone-Palazzo-Mincica. Di Gaetano si affida al 3-5-2 e alla coppia offensiva Maggio-Bonanno. Senza alcun timore reverenziale, la prima azione degli ospiti (7′) porta già al mutamento del parziale: fuga di De Marco sulla destra, cross leggermente deviato su cui Petrucci trova l’inzuccata buona a battere Tricarico. Il pirotecnico inizio ha il suo seguito un giro di lancette più tardi: traversone di Giacomarro, Palazzo irrompe sul secondo palo e di testa batte Bruno. Il primo vero caldo del “Monterisi” però costringe a ritmi bassi, con i calabresi bravi a tenere il campo in maniera egregia impedendo agli esterni di casa le solite fughe. E’ però l’Audace a provarci, con le conclusioni di Tascone deviata e comoda preda del portiere prima e con il mancino sopra la traversa di Ciccone in chiusura di frazione.

    Al rientro dagli spogliatoi, continua l’intraprendenza dei giallorossi che tengono costantemente in allerta la retroguardia ofantina. Allegrini al 54′ gira di poco a lato la parabola da corner di Ciccone e sempre dalla bandierina, Bonanno dall’altra parte non trova l’impatto voluto per creare un serio pericolo. Dentro Loiodice, il quale avvia la manovra che porta ad un tirocross di Giacomarro deviato fuori di un soffio da Palazzo (63′). Arriva poi il momento di Malcore, a seguire quelli di Longo e Achik, con il Cerignola a spingere alla ricerca del vantaggio. Pallone radente di Dorval dalla corsia sinistra, Bruno attento in uscita bassa anticipa Mincica. Negli ultimi cinque minuti regolamentari, i gialloblu aumentano ancor più il forcing, Loiodice calcia largo su angolo di Achik. Così Pazienza pesca la carta buona con l’ultimo cambio: fuori Tascone per Russo, l’esterno impiega meno di un minuto per rendersi decisivo. Triangolo con Achik, il 30 vince un contrasto e scarica poi di potenza alle spalle di Bruno il pallone del 2-1 (87′). A questo punto, le “cicogne” spiegano le ali nelle praterie concesse dagli avversari: Loiodice in campo aperto per Malcore, assist leggermente corto per Achik e Bruno a intervenire. Il numero uno ospite non può nulla sulla ripartenza orchestrata al 90′: Loiodice per Malcore e destro secco per la segnatura che chiude i giochi.

    Il Cittanova esce a testa altissima e merita una menzione anche per la sportività ad inizio gara, quando ha effettuato il “pasillo de honor” rendendo merito ai cerignolani per la vittoria del campionato, disponendosi su due file e applaudendo i calciatori locali. L’Audace stampa il trentatreesimo risultato utile consecutivo e trova la Torres in semifinale: data e sede (per cui verrà svolto il sorteggio) saranno rese note successivamente. Mercoledì intanto torna il campionato, con la trasferta sul campo del Rotonda.

    AUDACE CERIGNOLA-CITTANOVA 3-1

    Audace Cerignola (4-3-3): Tricarico, Vitiello, Silletti, Allegrini, Dorval, Giacomarro (72′ Longo), Maltese, Tascone (86′ Russo), Ciccone (62′ Loiodice), Palazzo (65′ Malcore), Mincica (75′ Achik). A disposizione: Fares, Muscatiello, Sirri, Spinelli. Allenatore: Michele Pazienza.

    Cittanova (3-5-2): Bruno, Ferrante, Cianci, Corso (83′ Ficara), De Marco, Biondo, Mudasiru, Meola, Petrucci (52′ Gaudio), Maggio (65′ Savasta), Bonanno. A disposizione: Genovese, Formia, Carabillò, Sinatra, Condomitti, Battimili. Allenatore: Francesco Di Gaetano.

    Reti: 7′ Petrucci (C), 8′ Palazzo (AC), 87′ Russo (AC), 90′ Malcore (AC).

    Ammoniti: Tascone, Loiodice (AC).

    Angoli: 2-1. Fuorigioco: 5-4. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

    Arbitro: Di Mario (Ciampino). Assistenti: Granata (Viterbo)-Gookooluk (Civitavecchia).