More

    HomeNotizieAttualitàPresentazione delle Guide Slow Food 2023: le eccellenze della Puglia a Cerignola

    Presentazione delle Guide Slow Food 2023: le eccellenze della Puglia a Cerignola

    Pubblicato il

    Si svolgerà domenica 27 novembre, a partire dalle ore 18.00, presso l’IISS Pavoncelli di Cerignola la manifestazione di presentazione delle Guide Slow Food Editore 2023 per la Regione Puglia organizzata dalla Condotta Slow Food Foggia e Monti Dauni e dal Comune di Cerignola. All’appuntamento si potrà partecipare esclusivamente tramite invito. L’evento torna in provincia di Foggia dopo 6 anni e coinvolgerà gli osti e i ristoratori selezionati dalla guida Osterie d’Italia e le cantine pugliesi premiate dalla guida Slow Wine. Durante la presentazione interverranno il sindaco di Cerignola, Francesco Bonito, la curatrice nazionale di Osterie d’Italia, Francesca Mastrovito, il presidente di Slow Food Puglia, Marcello Longo, l’assessore alle attività produttive del Comune di Cerignola, Sergio Cialdella, e i curatori regionali delle guide, Salvatore Taronno e Francesco Muci. “E’ per noi motivo di orgoglio portare all’attenzione del grande pubblico l’eccellenza della cultura enogastronomica pugliese – spiegano Salvatore Taronno e Francesco Muci -. In questi anni, le guide Slow Food sono diventate un riferimento per chi cerca nella nostra regione osterie e aziende vitivinicole che oltre a una grande qualità delle produzioni e delle materie prime riescono a esprimere una marcata identità territoriale. Elementi questi che hanno permesso alla nostra regione di emergere ed affermarsi nel panorama dell’enogastronomia internazionale”.

    Dopo la presentazione, dieci chef delle osterie selezionate dalla Guida Osterie d’Italia e i ragazzi della scuola alberghiera presenteranno una personale interpretazione del Pane di Monte Sant’Angelo, da poco diventato Presidio Slow Food, accompagnati dai vini delle aziende pugliesi di Slow Wine e dai prodotti delle aziende che hanno dato vita al Mercato della Terra di San Severo e dei Monti Dauni. “Dopo due anni difficili per il settore della ristorazione – afferma il fiduciario della Condotta Slow Food Foggia e Monti Dauni, Luca D’Andrea – abbiamo deciso di ripartire da un istituto alberghiero, per valorizzare un lavoro complesso, difficile e sacrificante come quello del personale di sala e cucina. Una scelta fatta per coinvolgere i ragazzi in un percorso di consapevolezza e crescita, umana e professionale, cha li porti un domani a valorizzare in maniera etica e sostenibile il proprio territorio. Ringraziamo il Comune di Cerignola che ha deciso di sostenere la nostra iniziativa fin dal primo momento dimostrando sensibilità e attenzione per le tematiche che coinvolgono il settore agricolo ed enogastronomico. E ovviamente un doveroso riconoscimento va al dirigente, ai docenti e ai ragazzi dell’Istituto Pavoncelli per la grande disponibilità dimostrataci e agli chef e ai produttori che hanno permesso la realizzazione di questo evento”.

    “È per noi un grande onore poter ospitare una manifestazione di questo calibro. L’orientamento dell’Amministrazione Comunale – dichiara l’assessore alle attività produttive Sergio Cialdella- va nella direzione della valorizzazione della nostra terra e di ciò che da essa proviene: non è un caso se Cerignola sarà il centro delle eccellenze enogastronomiche pugliesi e se i migliori chef e i migliori produttori abbiano scelto la nostra città per presentare le loro realtà che hanno reso la Puglia un vero e proprio brand. Allo stesso modo, questa iniziativa rientra tra quelle che l’Amministrazione ha in animo di sviluppare per la creazione di un nostro percorso di marketing territoriale”. “Quando si parla di enogastronomia si parla inevitabilmente di identità del nostro territorio. Domenica prossima la Puglia migliore sarà nella nostra Città per mostrare la propria ricchezza e siamo lieti che Cerignola possa rappresentare un vero e proprio trampolino di lancio delle aziende verso i mercati internazionali. La presentazione delle Guide Slow Food a Cerignola testimonia, ancora una volta, l’attenzione che questa Amministrazione rivolge alle attività produttive e l’intenzione, da sempre ricercata, di rendere la nostra realtà una volano di sviluppo ed economia”.
    Gli chef coinvolti nella manifestazione
    Pietro Zito-Antichi Sapori (Andria)
    Peppe Zullo-Ristorante Peppe Zullo (Orsara di Puglia)
    Salvatore Riontino-Canneto Beach 2 (Margherita di Savoia)
    Rosario Di Donna-U Vulesce (Cerignola)
    Nicola Consiglio-Piana delle Mandrie (Bovino)
    Luigi De Vita-La Locanda del Maniscalco (Mattinata)
    Cosimo Di Gioia-Frangipane (Trani)
    Gianluca Ferri-Masseria Barbera (Minervino)
    Lele Murani-Terra Arsa (Foggia)
    Cinzia Piccareta-Bottega dell’Allegria (Corato)
    Scheda
    Slow Wine 2023-23esima edizione
    24 500 vini assaggiati
    1957 cantine visitate e recensite
    227 cantine buone, pulite e giuste, premiate con il riconoscimento della Chiocciola
    194 cantine premiate con la Bottiglia, i cui vini esprimono un’eccellente qualità organolettica
    787 top wine
    Osterie d’Italia 2023-33esima edizione
    1730 locali recensiti, tra osterie, agriturismi ed enoteche con cucina, scelti per la rigorosa selezione degli ingredienti, la proposta culinaria, il prezzo giusto e l’accoglienza in sintonia con i valori di Slow Food.
    270 osterie premiate con la Chiocciola, 126 che hanno ricevuto un nuovo riconoscimento – il Bere Bene – per l’accurata offerta delle bevande.