More

    HomeNotizieItaliaSalute mentale in Italia: come ottenere il “Bonus psicologo”

    Salute mentale in Italia: come ottenere il “Bonus psicologo”

    Pubblicato il

    La salute mentale, in Italia come nel resto del mondo, ha subito un impatto negativo durante la pandemia. Le conseguenze a lungo termine sono ancora incerte, ma è importante che chi ne ha bisogno riceva supporto adeguato per evitare situazioni di malessere psichico prolungate. In quest’ottica, il cosiddetto “bonus psicologo” può essere uno strumento per favorire l’accesso a un percorso di psicoterapia durante il quale lavorare per superare momenti di disagio e ritrovare la serenità. La misura è stata approvata dalle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera in febbraio, all’interno del decreto Milleproroghe. Con il decreto Aiuti bis sono poi stati assegnati all’iniziativa 5 milioni di euro in più, per un totale di 15 milioni, in seguito anche all’alto numero di richieste già arrivate.

    Come funziona il bonus psicologo

    Il bonus psicologo è stato ideato per incoraggiare e favorire l’inizio di un percorso di psicoterapia ed è destinato a coloro che hanno un Isee familiare inferiore a 50mila euro. Ogni voucher assegnato avrà valore massimo di 600 euro, erogati in un’unica soluzione e da utilizzare entro 180 giorni. La somma è intesa come contributo a copertura parziale dei costi per le sessioni con uno psicoterapeuta, per un massimo di 50 euro a seduta da scalare dal voucher. Il percorso di psicoterapia può avvenire in presenza oppure online, con un terapeuta iscritto all’albo professionale e che abbia ufficialmente comunicato la propria adesione a questa iniziativa. Da lunedì 25 luglio a lunedì 24 ottobre è possibile fare domanda per ricevere il voucher sul sito web dell’Inps oppure per telefono. Le graduatorie sono suddivise su base territoriale, e i beneficiari del contributo saranno selezionati in base al loro reddito e all’ordine di arrivo delle domande. A seconda della fascia Isee di appartenenza si potrà ricevere da un minimo di 200 euro a un massimo di 600. Per fare chiarezza su requisiti, scadenze e modalità di erogazione, chi clicca questo articolo troverà informazioni precise grazie alle quali orientarsi tra i dettagli più complessi della misura.

    Italiani e salute mentale

    Secondo un sondaggio, gli italiani che hanno sentito parlare almeno una volta del bonus psicologo sono il 62% e tra loro ci sono soprattutto donne, giovani e persone che risiedono nelle regioni del Nord-est. Meno del 30% è però a conoscenza della cifra che si può ricevere con un voucher. In generale, il bonus psicologo sembra essere considerato come una misura positiva: lo pensano il 75% degli intervistati, mentre il restante 25% ritiene che l’iniziativa sia poco o per nulla utile. Si può poi notare che il 24%, cioè quasi una persona su quattro, dice di essere interessato a usufruire in prima persona del bonus psicologo

    L’indagine, condotta dalla Onlus Soleterre, ha esaminato inoltre la maniera in cui le persone intervistate percepivano la propria salute mentale attuale. Se ben l’88% ha dichiarato di ritenerla buona o molto buona, il 12% considera invece la propria situazione psicologica non buona o pessima. Come è già emerso da altri studi, donne e giovani sono anche in questo caso due tra le categorie più vulnerabili e che hanno subito un impatto negativo forte durante la pandemia. Le persone che hanno dichiarato di aver in passato seguito un percorso di psicoterapia sono il 20%, e nel 93% dei casi hanno riscontrato un miglioramento del proprio stato di salute mentale. Tra coloro che non hanno mai avuto sessioni con uno psicologo, il 60% dice di non aver avuto bisogno di questo tipo di supporto, mentre il 23% crede di essere in grado di affrontare le difficoltà in autonomia. Per il 22%, invece, i costi sono stati un ostacolo: anche per questo le iniziative come il bonus psicologo possono essere uno strumento per rendere più accessibile la cura della salute mentale.