More

    HomeNotizieCronacaLa Dia ha sequestrato beni per 5,5 milioni di euro ad un...

    La Dia ha sequestrato beni per 5,5 milioni di euro ad un 49enne di Cerignola

    L'uomo è stato più volte arrestato per reati associativi, rapine ai danni di portavalori e caveau di istituti di vigilanza

    Pubblicato il

    La Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Bari ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni del valore di circa 5,5 milioni di euro riconducibili a un uomo di Cerignola (Fg), caratterizzato da un profilo di pericolosità sociale in relazione al suo coinvolgimento in articolate indagini che avrebbero svelato gravi reati contro il patrimonio che gli avrebbero consentito di accumulare un patrimonio notevolissimo reimpiegato per l’acquisto di immobili e per rilevare diverse attività imprenditoriali. L’uomo è stato più volte tratto in arresto anche per reati associativi, rapine ai danni di portavalori e caveau di istituti di vigilanza e recentemente attinto da un’ordinanza di custodia cautelare. Sequestrati 38 appezzamenti di terreno, 18 unità immobiliari e 6 complessi aziendali che sviluppano complessivamente volumi d’affari annuali superiori a 3 milioni di euro, nonché diverse disponibilità finanziarie su conti correnti e depositi a risparmio.

    Il destinatario del sequestro è P. S., cerignolano di 49 anni. La misura è stata chiesta congiuntamente dal procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Bari e dal direttore della Dia ed è finalizzata alla ricostruzione del profilo di pericolosità sociale di Saracino e all’individuazione degli asset patrimoniali e finanziari riconducibili a lui e ai familiari. La misura è stata eseguita dalla Dia di Bari con il supporto dei reparti territoriali della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.